mercoledì, 26 aprile 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Psoe. È morta Carme Chacón
Pubblicato il 10-04-2017


carmen cachon

È morta a soli 46 anni Carme Chacon, prima donna a ricoprire l’incarico di ministra della Difesa in Spagna nel governo Zapatero. Stroncata da un attacco cardiaco, causato da una patologia che aveva fin dalla nascita, Carme Chacon ha svolto un’intensa attività politica che l’ha portata a candidarsi nel 2011 alla segreteria del Psoe, dopo la sconfitta elettorale di Zapatero. Nel 2014 era diventata responsabile del Psoe per le relazioni internazionali, dimettendosi due anni dopo.

“La famiglia socialista – scrive su Facebook il segretario del Psi Riccardo Nencini – perde una compagna coraggiosa, appassionata. Noi perdiamo un’amica. Sono passati cinque anni ma è vivo il ricordo dell’intervento che Carme Chacon svolse a Genova in Sala Sivori in occasione del 120mo dalla fondazione del Psi. Un di scorso lungimirante. Eretico. La notizia della sua morte improvvisa mi ha colpito profondamente. Ciao Carme”.


Una compagna, una grande amica
di Pia Locatelli

È con profondo dolore che ho appreso ieri notte dell’improvvisa scomparsa di Carme Chacón: un’amica dei socialisti italiani, una cara amica. Ho conosciuto Carme nel 2008, subito dopo la sua nomina a Ministra della Difesa nel governo Zapatero, a un’iniziativa del Psoe e senza bisogno di tante parole tra noi si è creata subito una sintonia perfetta che con il passare degli anni si è trasformata in profonda amicizia. All’epoca era incinta di sette mesi e portava la sua gravidanza con naturalezza, senza alcuna ostentazione: la sua foto con il pancione al mentre visita le truppe spagnole in Afghanistan, fece il giro del mondo, ma lei non ci dava peso. «Sono incinta, non malata – replicò a quanti, tanti, criticavano i rischi cui aveva esposto se stessa e il nascituro -. Era il mio primo dovere visitare chi pone in pericolo la propria vita per difendere valori superiori, come la libertà degli altri. E comunque non dimentico che, per una cassiera del supermercato, è molto più dura».

Pia Locatelli, Carme ChaconCon Carme abbiamo condiviso tanti momenti: lei è venuta più volte in Italia alle iniziative del PSI, sempre disponibile e vicina al nostro Partito, io sono andata a quelle del Psoe e l’ho sostenuta nella sua candidatura alla segreteria contro Perez Rubalcaba, in un congresso che perse per soli 22 voti. Ero e sono ancora convinta che avrebbe portato una ventata di freschezza e di rinnovamento nel Partito e che forse una sua vittoria avrebbe arginato la perdita di consensi dei socialisti spagnoli. Come Ministra, nel governo al 50% femminile di Zapatero, infatti aveva acquistato subito un’enorme popolarità, suscitando le simpatie e l’ammirazione anche dei suoi avversari politici. Anticonvenzionale, grintosa e coraggiosa sfidò le tradizioni sfilando in smoking alla Pascua Militar di Palazzo Reale dove, per le donne, è di rigore l’abito lungo.

Ci siamo incontrate molte volte e abbiamo lavorato insieme nell’Internazionale socialista, dove è stata Presidente del comitato Mediterraneo.

Nel 2013 si era presa un anno sabbatico, per andare a insegnare al Miami Dade College, in Florida. Rientrata a Madrid nel 2014, era tornata anche alla vita di partito, come segretaria delle relazioni internazionali del Psoe, per lasciare l’incarico l’anno scorso.

Con la sua morte prematura ci viene a mancare un riferimento importante, una preziosa risorsa per tutta la famiglia socialista. A me mancherà soprattutto la sua risata contagiosa, il suo entusiasmo, le giornate passate insieme a Lerici: tutti noi abbiamo perso una compagna, io ho perso un’amica.

Pia Locatelli

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento