martedì, 24 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

“Socialista frocio”. Nencini querela gli insulti omofobi
Pubblicato il 11-04-2017


Immagine-fb-770x350“Come segretario del PSI mi sono preso ogni genere di insulto, perfino del pedofilo, da coloro che, nonostante fuori dal PSI, si dichiarano socialisti. Non ho mai reagito, se non sottolineando la miseria morale di chi mi offendeva e diffamava”. È quanto ha affermato il segretario del Psi Riccardo Nencini riferendosi a offese a lui rivolte apparse nella pagina Facebook ‘socialisti’, dove si descriveva Nencini come ‘il socialista frocio’.
Nencini ha proseguito: “Ieri, tuttavia, in una pagina Facebook gestita dai soliti noti, mi sono preso addirittura del ‘frocio’. A questo reagisco, perché “frocio” non è solo un insulto a me: è una manifestazione di odio in generale contro tutti gli omosessuali. Una pagina che si dichiara “socialista” su cui si ripete l’uso di espressioni omofobe (vi erano da poco comparsi degli attacchi inequivocabili a Cecchi Paone, basati sul suo orientamento sessuale), non ha niente di socialista. Ed è un’offesa a tutti i socialisti”, ha sottolineato. “Il PSI è, oggi come sempre, in prima linea per la difesa dei diritti civili di coloro che vengono spregiati e segnati a dito come ‘diversi’. Per questo, querelo” ha concluso Nencini.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento