giovedì, 21 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Top & Flop. Falcinelli fa l’Icardi: il Crotone torna a sperare
Pubblicato il 10-04-2017


La sorpresa della 31esima giornata è la vittoria 2-1 dei calabresi contro l’Inter: ora l’Empoli dista appena 3 punti, mentre i nerazzurri scivolano al settimo posto e sarebbero fuori anche dall’Europa League. Higuain rompe il digiuno con una doppietta al Chievo, la Roma passa a Bologna e resta a -6 dai bianconeri. La Lazio cede in casa al Napoli e abbandona le speranze Champions. Nel prossimo turno tutti in campo di sabato. Vediamo i top & flop di questo weekend.

icardi (1)TOP – 3. KWANG-SONG HAN – Il giovane attaccante classe 1998 del Cagliari segna un gol inutile, ma storico nel match interno dei sardi contro il Torino. I granata vincono infatti 3-2 al Sant’Elia, ma Han è il primo giocatore nordcoreano a segnare una rete nel nostro campionato. Ne sentiremo parlare.
2. LORENZO INSIGNE – Trascina il Napoli nel successo 3-0 in casa della Lazio. L’attaccante campano segna una doppietta e conferma che quest’anno, oltre al solito rendimento altissimo, è migliorata anche la vena sotto porta. I gol in campionato sono infatti 14. Il ct della Nazionale Ventura non può ignorarlo.
1. DIEGO FALCINELLI – Il centravanti del Crotone trascina i calabresi nel sorprendente successo per 2-1 all’Ezio Scida contro l’Inter. L’ex Sassuolo firma una doppietta arrivando a 11 gol in campionato, vincendo la sfida nella sfida contro Icardi. Adesso i pitagorici sognano: l’Empoli, quartultimo in classifica, dista appena 3 punti. Mister Nicola si affida alle reti del suo goleador per un’impresa salvezza che avrebbe del miracoloso.

falcinelli (1)FLOP – 3. CIRO IMMOBILE – Di nome e di fatto. Non incide mai in Lazio-Napoli, finita 0-3 per i campani. Ben arginato dalla coppia difensiva Koulibaly-Albiol, l’attaccante della Nazionale accusa probabilmente un po’ di stanchezza dopo il derby di Coppa Italia contro la Roma di martedì scorso, dove invece è stato grande protagonista.
2. RUBINHO – Continua il disastro Genoa. Arriva un’altra pesante sconfitta per il Grifone, sconfitto 3-0 in casa dell’Udinese. Un ko che costa la panchina ad Andrea Mandorlini: al suo posto il presidente Preziosi richiama Ivan Juric, esonerato due mesi fa. Da film horror l’autorete del portiere brasiliano che ha goffamente buttato nella propria porta un calcio d’angolo del friulano De Paul: un segnale di come la squadra abbia mentalmente staccato la spina.
1. MAURO ICARDI – Un fantasma a Crotone. Non tocca praticamente una palla e sembra un agnellino in mezzo alla gabbia dei leoni dei difensori calabresi. Se lui non segna, l’Inter non vince. E ora i nerazzurri, dal sogno Champions, si trovano al settimo posto, fuori anche dalla Europa League. Sarà decisivo il derby pasquale di sabato prossimo contro il Milan, ora a +2 sui cugini lombardi.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento