martedì, 25 luglio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Addio a Laura Biagiotti, la donna che ha esportato il Made in Italy
Pubblicato il 26-05-2017


laura-biagiotti-malore-638x425Laura Biagiotti, la stilista romana, 73 anni, è morta questa notte all’ospedale Sant’Andrea di Roma, dove era stata ricoverata mercoledì sera in terapia intensiva in seguito all’arresto cardiaco che l’aveva colpita nella sua residenza di Guidonia.
“La regina del cachemire” come venne ribattezzata dal New York Times, è stata anche la prima stilista italiana a sfilare a Pechino e rappresenta l’emblema di una storia imprenditoriale tutta italiana. Laura Biagiotti, seguendo le orme della madre, Delia Soldaini Biagiotti, fondatrice di un atelier, ha cominciato a collaborare con i grandi nomi della moda italiana, da Roberto Capucci a Rocco Barocco. Nel 1965, poi assieme ad alcuni partner, Biagiotti fonda una società per acquisire la produzione e la distribuzione di alcuni dei nomi più blasonati dell’alta moda romana: Schuberth, Capucci, Litrico e Barocco. Nel 1972 la prima personale ha sfilato a Firenze, attirando l’attenzione della stampa e dei buyer. Non ha ancora 30 anni, quando assieme a Ottavio Missoni, Walter Albini, Krizia e Gianfranco Ferrè, Biagiotti trasferisce il pret-à-porter a Milano, ponendo le basi del Made in Italy. Mezzo secolo di creatività che l’ha spinta a guidare il made in Italy – tra le poche stiliste donne, insieme a Krizia – alla conquista dei mercati globali. Il decollo di una carriera luminosa e piena di riconoscimenti: nel 1992 a New York il premio Donna dell’Anno; nel 1993, a Pechino, il trofeo Marco Polo per aver portato l’industria italiana in Cina; nel 1995 l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Scalfaro per l’alto contributo dato alla diffusione del prestigio del Made in Italy nel mondo. Ha ricevuto ancora il premio Marisa Bellisario e il premio speciale alla Carriera della Camera Nazionale della Moda. Nel 2002 le Poste italiane hanno emesso un francobollo dedicato alla stilista raffigurante un abito Biagiotti ispirato a profili della Roma Classica. Nel 2004 il sindaco di Roma Veltroni le ha conferito la Lupa Capitolina. Nel 2007 ha ricevuto il Leone Cristallo alla Carriera – Premio Casinò di Venezia durante il Gala Ufficiale a conclusione della 64/a Mostra del cinema. Nel 2011 e’ stata la volta del Premio Leonardo, consegnato per la prima volta ad una donna, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

I funerali si terranno domani alle 11 nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a Roma.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento