giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Camion bomba dell’Isis fa strage in Afghanistan
Pubblicato il 31-05-2017


bombaCamion bomba, all’ora di punta, nel quartiere delle ambasciate di Kabul, mentre i bambini vanno a scuola: è di 80 morti il bilancio dell’attacco che ha sconvolto questa mattina la capitale afgana, danneggiando numerose missioni diplomatiche, a partire da quelle di Germania e Francia e cospargendo le strade di corpi e detriti. Almeno 300 i feriti. Tra le vittime un autista della Bbc, tra i feriti quattro giornalisti dell’emittente britannica. Coinvolto anche l’ospedale di Emergency. L’assordante esplosione è stata sentita per buona parte della città, come è stata ben visibile fin da subito un’alta colonna di fumo che si alzava verso il cielo. In quel momento il traffico nella zona era congestionato all’ora di punta. Scene di caos intorno al punto dell’attacco, che ha danneggiato edifici nel raggio di centinaia di metri: posti di blocco della polizia, automobili rovesciate che bloccavano le strade, parenti in cerca dei congiunti. L’attentato e’ anche un sinistro segnale del fatto che la situazione nel paese, dal punto di vista della sicurezza, va progressivamente peggiorando, e che le forze armate, falcidiate dalle diserzioni e da un numero sempre più consistente di perdite, faticano a mantenere il controllo della situazione.

La novità semmai sta nella rivendicazione. Sulle prime tutti erano pronti a scommettere che si trattasse della “offensiva di primavera” annunciata dai talebani nelle settimane scorse. Poi, a sorpresa, la rivendicazione dell’Isis. “Negli ospedali continuano ad arrivare i corpi dei morti e i feriti”, fanno sapere dal ministero della sanità. Continui gli appelli a donare sangue. Tra gli edifici danneggiati quelli che ospitano le ambasciate di India e Giappone. L’onda d’urto dell’esplosione è stata avvertita anche nel compound che ospita l’ambasciata italiana e l’agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo. Tutto il personale, messo in sicurezza, è risultato fin da subito stare bene, e in stretto raccordo con l’Unità di Crisi della Farnesina si è immediatamente attivato per effettuare le verifiche di rito sulle condizioni della struttura.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento