martedì, 27 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Top &Flop. Derby: apoteosi Lazio. Roma, Orsato non Basta!
Pubblicato il 02-05-2017


lazio

I biancocelesti si aggiudicano meritatamente la stracittadina per 3-1: trascinatore Keita con una doppietta che apre e chiude la gara. Polemiche per i clamorosi errori dell’arbitro, che nega un rigore solare alla squadra di Inzaghi e ne concede uno inesistente ai giallorossi. La Juve frena a Bergamo ma già il prossimo weekend può festeggiare il sesto scudetto consecutivo. Vediamo i top & flop di questa giornata.

DERBY ALLA LAZIO – Il primo derby romano giocato alle 12:30 non è stato certamente privo di emozioni. Lo ha vinto con merito la Lazio per 3-1. Biancocelesti superiori non solo alla Roma, ma anche alle clamorose sviste arbitrali che per fortuna non hanno inciso sul risultato (altrimenti ci sarebbero state polemiche roventi), ma che al tempo stesso hanno evidenziato come sia necessario più che mai l’uso della moviola in campo. Dopo il vantaggio della squadra di Simone Inzaghi con Keita, infatti, l’arbitro Orsato non ha concesso un rigore solare per un fallo del romanista Fazio su Lukaku, ma il peggio doveva ancora venire. Poco prima dell’intervallo Strootman è caduto nell’area laziale senza essere nemmeno sfiorato dal difensore biancoceleste Wallace: il direttore di gara, poco aiutato dall’assistente di porta e dal guardalinee, ci è cascato e ha assegnato il più scandaloso dei rigori. Per la Roma è il tredicesimo in campionato – nessuna squadra come i giallorossi nella speciale classifica – lo scudetto dei penalty non sembra essere a rischio. De Rossi non ha sbagliato dagli 11 metri e, non contento, ha beccato la panchina della Lazio con un brutto gestaccio. Giustizia divina ha voluto che nel secondo tempo la squadra del presidente Lotito ha avuto la meglio grazie alle reti di Basta e ancora di Keita, senza dubbio il migliore in campo. La giornataccia della Roma si è conclusa con l’espulsione di Rudiger, surclassato insieme a tutti i suoi compagni di reparto dalle aquile biancocelesti.

TOP & FLOP – Normale quindi che al primo posto della nostra classifica ci sia Keita, seguito dal compagno di squadra Basta. Al terzo posto Mattia Destro, finalmente protagonista con una doppietta nella vittoria 4-0 del Bologna contro l’Udinese. Nella graduatoria dei peggiori vince con distacco l’arbitro Orsato, seguito dal difensore interista Nagatomo, autore di un errore incredibile che ha regalato il gol vittoria a Callejon nel successo del Napoli a San Siro, e da Giovanni Simeone del Genoa, che sbaglia malamente un rigore in casa contro il Chievo: l’immagine emblematica delle difficoltà dei liguri, sconfitti dai gialloblù 2-1 e ora immischiati nella lotta salvezza. La Juventus ha pareggiato 2-2 a Bergamo contro l’Atalanta nell’anticipo del venerdì sera e ha ora 9 punti di vantaggio sulla Roma: a quattro giornate dal termine il sesto scudetto di fila per i bianconeri è davvero vicinissimo.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento