venerdì, 22 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

G7. Da oggi fino al 30 maggio stop allo Schengen
Pubblicato il 10-05-2017


airport-checkDa oggi 10 maggio e fino al 30 maggio sono stati ripristinati i controlli frontiera: lo comunica l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile in seguito a quanto disposto dal Ministero dell’Interno con Decreto del 6 aprile 2017 per esigenze di sicurezza. La sospensione di Schengen con il ripristino dei controlli alla frontiera è stata disposta per “garantire lo svolgimento regolare e ordinato” dei vertici del G7 in programma a Bari dall’11 al 13 maggio e a Taormina dal 26 al 27, inoltre verranno ripristinati i controlli alle frontiere interne (terrestri, marittime e aeree) dalle ore 00:00 del 10 maggio alle ore 24:00 del 30 maggio 2017.
L’Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) invita quindi i passeggeri a recarsi in aeroporto dotati di documento d’identità in corso di validità e in anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti, in modo da non incorrere in eventuali ritardi determinati dalla reintroduzione del controllo documentale.
L’Enac ha già chiesto inoltre ai vettori aerei nazionali e quelli stranieri operanti in Italia a fornire un’informativa ai propri passeggeri, sia sui siti internet, sia attraverso altre modalità ritenute efficaci e chiede a tutto il settore aereo “collaborazione e responsabilità nella predisposizione delle misure più idonee per ridurre al minimo l’impatto della reintroduzione del controllo dei documenti, affinché le attività del trasporto aereo possano essere effettuate nel rispetto della puntualità e del regolare svolgimento delle operazioni». I controlli riguarderanno le persone che entrano nel territorio italiano e riguardano non solo gli aeroporti, ma sono previsti maggiori controlli dei documenti anche nelle stazioni, nei porti oltre che negli aeroporti anche per chi proviene dai paesi del cosiddetto “spazio Schengen”, cioè quasi tutti i paesi dell’Unione Europea più Islanda, Norvegia, Svizzera e Liechtenstein.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento