sabato, 22 luglio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Antonio Ciuna:
G7, ancora una volta Messina viene mortificata
Pubblicato il 25-05-2017


Gentile Direttore Mauro Del Bue

Ancora una volta la città di Messina viene mortificata nella sua storia, nella sua economia e nel turismo. Com’è noto Il 26 e il 27 maggio c.a. si svolgerà a Taormina, località che fa parte del comprensorio della città metropolitana di Messina, il grande evento storico del G7, riunione dei Capi di stato delle sette nazioni più industrializzate del mondo allo scopo di facilitare le macroeconomie mettendo a punto le politiche economiche e monitorare gli sviluppi dell’economia mondiale.

E’ un evento politico eccezionale per la partecipazioni dei più importanti Capi di Stato che hanno al loro seguito molte persone tra ministri, alti funzionari, proprio personale addetto alla sicurezza. Inoltre il nostro Paese ospitante con l’impiego di migliaia di miliari di tutte le forze armate deve assicurare la massima sicurezza e delle persone e del territorio. Da una sommaria valutazione si ritiene che a tale evento vi parteciperanno migliaia di persone.

E’ logico immaginare che in detta eccezionale occasione si mobilitano le autorità locali e le agenzie turistiche per rendere gradevole agli ospiti il breve soggiorno, organizzando gite turistiche per ammirare le più belle località della Sicilia.

Con sorpresa solo la città metropolitana di Catania attua il piano delle gite turistiche e impegna anche elicotteri per consentire agli ospiti più di riguardo di sorvolare la stupenda montagna innevata dell’Etna e del suo parco.
La città metropolitana di Messina, pur ospitando nel suo territorio la grande conferenza del capi di stato è stata tagliata fuori da ogni partecipazione.
Si dirà che tutta l’organizzazione del summit è stata decisa dalla autorità centrali. Potrà essere vero, ma non si comprende perché nelle fasi iniziali dell’organizzazione del G7, nessun esponente politico locale né il primo cittadino hanno avuto l’iniziativa di seguire lo sviluppo del piano di attuazione del grande evento e proporre iniziative turistiche nel proprio territorio.

Antonio Ciuna

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento