giovedì, 22 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Claudio Paterna:
Su Falcone qualcuno
faccia autocritica
Pubblicato il 24-05-2017


Martelli al tg2: “Furono i socialisti, e io quale Ministro della Giustizia, a promuovere Falcone e farlo uscrire dall’isolamento”

Claudio Martelli ricordando in occasione della strage del 23 maggio Giovanni Falcone al TG2, ha parlato dei successi ottenuti contro la mafia ma anche l’isolamento, le indifferenze e le ostilità che lo stesso aveva subito. Un ricordo, il suo, rafforzato dalla testimonianza di Maria Falcone, ieri con il Presidente Mattarella al CSM, di quel periodo vissuto congiuntamente da Martelli e Falcone al Ministero della Giustizia, quando proprio Falcone decise di accettare l’incarico all’Ufficio Affari Penali per allontanarsi da quegli ambienti che lo avevano accerchiato, lasciandolo sempre più solo senza la possibilità di proseguire concretamente il proprio lavoro di magistrato all’interno della Procura di Palermo. “Lì cominciò a morire Falcone” ha detto la sorella del Magistrato!

Ieri sera al Tg2 il giornalista Walter Vecellio ha ricordato i veleni che provenivano dalla Rete contro Falcone perché accusato di conservare le carte nei cassetti, (ovvero perché non voleva accusare i vertici andreottiani della DC senza prove concrete, col rischio di far saltare tutto il sistema inquisitorio predisposto).

In quel periodo io ero corrispondente dell’Avanti! a Palermo e ricordo bene che come gruppo ristretto di supporto a Martelli condividevamo e difendevamo il suo appoggio a Falcone: Ricordo bene il clima di ostilità nei confronti dei socialisti (soprattutto verso il segretario regionale Nino Buttitta, di cui ero portavoce) e più d’una volta nelle conferenze stampa (a Villa Igea, in Prefettura ecc.) fummo minacciati più o meno velatamente di non andare ad ascoltare il Guardiasigilli poiché la mafia voleva fargli la pelle perché aveva portato a Roma Falcone, togliendolo dall’isolamento in cui lo avevano relegato sia a “sinistra” che a “destra”!

Sono passati 25 anni, nessun rancore, nessuna ricerca di colpevoli: chi era allora nella Rete oggi ha pure dato esempio di essere buon amministratore, ma che i socialisti debbano ancora essere giudicati solo dei corrotti questo ancora non mi va giù e chiedo un autocritica su quei comportamenti maldestri dei professionisti dell’Antimafia!

Claudio Paterna

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento