venerdì, 22 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Alitalia, nessun accordo coi sindacati. Cigs a zero ore
Pubblicato il 16-06-2017


lavoratori-alitaliaCattive notizie per i dipendenti Alitalia, azienda e sindacati non hanno trovato l’intesa sulle modalità applicative della cigs e hanno quindi siglato un verbale di mancato accordo. Nella precedente riunione con i sindacati, Alitalia aveva parlato di cassa integrazione per 1.358 lavoratori di cui 317 a zero ore, Alitalia ha quindi aperto la procedura di mobilità per tutti i suoi oltre 12.000 dipendenti. I sindacati avevano chiesto di evitare la cassa integrazione a zero ore e prevedere, invece, quella a rotazione.  Per quanto riguarda l’applicazione della cassa, l’azienda ha spiegato ai sindacati che ci saranno modalità e tempistiche diverse a seconda delle aree e dalla tipologia di cassa. Il verbale di mancato accordo è operativo da oggi e quindi la Cig potrebbe essere operativa già da lunedì.

Come ha riferito al termine dell’incontro il rappresentante della Filt Cgil Fabrizio Cuscito la cassa integrazione a zero ore colpirà soprattutto il personale amministrativo dell’area dell’information technology e del commerciale.

“Abbiamo siglato il mancato accordo – ha spiegato Cuscito – perché eravamo indisponibili a siglare un’intesa che prevedesse la cassa integrazione a zero ore ed estendere su tutta la platea la cassa integrazione a rotazione. Su questo però l’azienda non ha fatto marcia indietro e non ci ha neanche presentato come avevamo chiesto un programma di riqualificazione del personale che sarà interessato dalla cigs a zero ore”.
Stamattina invece Luigi Gubitosi ha spiegato la posizione dei commissari straordinari che stanno cercando di ridurre tutti i tipi di costi nel tentativo di salvare la compagnia, ma “questo purtroppo non ci permette di non fare la cig”. “Dobbiamo attaccare tutti i costi”, ha precisato il commissario parlando ad Uno Mattina.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento