venerdì, 18 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

FGS: Solidarietà a Facci anche se la sua è una ‘ruvida’ opinione
Pubblicato il 20-06-2017


La Federazione dei Giovani Socialisti esprime solidarietà a Filippo Facci, sospeso, per aver espresso la propria ruvida opinione sull’Islam, dall’Ordine dei Giornalisti.
Ne approfittiamo per ricordare la nostra campagna “Disordine Professionale” per la liberalizzazione degli ordini professionali: corporazioni che, invece di operare per il bene della propria categoria, strangolano l’accesso al mondo del lavoro regolare, fanno ostruzionismo agli ammodernamenti e cercano di indirizzare pretestuosamente la condotta degli iscritti.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. I veleni di Facci. Su Libero il giornalista Filippo Facci, non nuovo a interventi estremi per cercare visibilità, attacca duramente il parlamentare del Pd Emanuele Fiano per il suo personale impegno, nella Commissione Giustizia della Camera, per punire con provvedimenti adeguati chi fa oggi apologia del fascismo. Secondo Facci, Fiano avrebbe una doppia anima. “Una è ragionevole – scrive – perché Fiano è persona ragionevole e intelligente, e l’altra è quella, da trattare con la massima delicatezza, d’essere lui membro fattivo della comunità ebraica milanese e figlio di un deportato ad Auschwitz che fu l’unico superstite di tutta la sua famiglia. E questo può portare a credere che, in un ruolo di memoria e di vigilanza, non si faccia mai abbastanza: un attivismo da rispettare, almeno l’onorevole Fiano ne ha uno. Ma una cazzata in buona fede resta una cazzata: prevedere fino a 2 anni e 8 mesi di carcere per i vecchietti che alle fiere militari vendono cimeli per rincoglioniti nostalgici oltre a essere completamente inattuale suona anche come una monomania personale”.
    (Fonte Pagine Ebraiche)

Lascia un commento