venerdì, 23 giugno 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Matteotti. Il profilo del deputato socialista tracciato da Riccardo Nencini
Pubblicato il 12-06-2017


“Matteotti fu trucidato oggi, nel 1924. Aveva denunciato i brogli, le bastonature, le minacce, gli omicidi che avevano insanguinato le elezioni. Lo ricordo così.!’Cara Velia, se dovessi seguire l’impulso, una sola cosa farei: venire a tenerti stretta tra le mie braccia’. Un amore carnale, e non se ne vergogna. Lo mette in piazza. Di due, uno. È’ notte. La notte che precede l’incendio. Ha dormito come il principe di Conde’ o ha limato l’intervento fino all’alba? Almeno qualche ora deve aver riposato. Non basta il coraggio a scagliarsi contro la marmaglia.
Soffre per Velia. È’ malata. Eppure è sereno. È’ stato malmenato, deriso, ma una volta assaggiata la libertà, non vi rinunci. Succeda quel che deve succedere, allora. Si addormenta così. Dopo aver cancellato un paio di frasi pletoriche sostituite da verbi taglienti. Fatti. Solo fatti. Asciutti, sorretti da prove, morti e feriti inclusi. Che nessuno possa approfittare di un errore. L’imperfezione, la più piccola, danneggerebbe la causa. Lo sa. Lo aspettano al varco. Si sveglia all’alba. Infila una camicia dal collo stondato. L’eleganza sobria di un borghese di campagna. Riempie la borsa di documenti. Il discorso entra per ultimo per essere il primo a uscirne. Quando ricompare tra le sue mani, la storia è già scritta. Il sole turbina sulla piazza di Montecitorio, ribolle tra gli scranni. È’ finita. Chiederemo alla di produrre uno sceneggiato su Giacomo Matteotti. Glielo deve l’Italia. Diteci di no”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento