venerdì, 22 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Paura a Notre Dame, spari e panico, allarme rientrato
Pubblicato il 06-06-2017


notre-dame2Allarme rientrato, dopo la paura di un nuovo attentato che ha costretto 900 persone a restare chiuse nella famosa cattedrale parigina. Un uomo di origini algerine ha tentato di aggredire con un martello un agente della polizia municipale sulla spianata davanti alla cattedrale prima di essere neutralizzato e bloccato dai colleghi, che hanno aperto il fuoco. L’aggressore, che è stato ferito alle gambe, è stato portato via in ambulanza ed è ricoverato in ospedale. Il quartiere è stato isolato e circa 900 persone sono rimaste bloccate nella Cattedrale. Dopo l’esplosione di due spari, si sono verificate scene di panico sulla piazza di Notre Dame.

Secondo i testimoni un uomo di circa 40 anni ha aggredito con un martello un agente della polizia municipale davanti alla Cattedrale gridando “questo è per la Siria”.

L’assalitore di Notre Dame ha detto di essere “un soldato del Califfato dell’Isis”, ma potrebbe trattarsi di una persona mentalmente instabile, finora infatti nessun sito jihadista ha confermato la rivendicazione dell’aggressore.

Il segretario generale del sindacato di polizia Unité Sgp Police-Fo, Yves Lefebvre, ai microfoni di Bfm-Tv ha detto che il poliziotto è stato “colpito alla testa” con un martello ed è rimasto ferito “in modo non grave”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento