giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Primarie delle idee, la parola ai cittadini
Pubblicato il 20-06-2017


PsiLe ‘Primarie delle Idee. La sinistra che ti protegge’,  la consultazione pubblica sulla protezione sociale e la sicurezza delle famiglie  promossa dal Psi, ha visto l’adesione di 15.813  persone sul web e di circa quaranta mila cittadini che si sono recati a votare presso i 100 Gazebo allestiti domenica scorsa in tutte le piazze italiane e nei circoli socialisti aperti.

L’esito della consultazione, emerso in queste ore, verrà assunto dal PSI come base per discutere il programma di governo della sinistra riformista nelle prossime elezioni politiche: sicurezza dei cittadini e migranti, microcriminalità, periferie, gioco d’azzardo, Made in Italy, accise e bollette. Nella scheda di voto consegnate ai cittadini erano contenute proposte come l’obbligo per gli immigrati a sostenere corsi di formazione di lingua italiana ed educazione civica, il loro impiego in lavori socialmente utili, la revisione del trattato di Dublino perché l’Europa si faccia carico delle ondate migratorie, lotta alla criminalità anche mediante l’istituzione del poliziotto di quartiere, l’allontanamento dai centri sociali, come scuole e centri per anziani, di slot machine e videolottery, risanamento delle periferie, lotta alla contraffazione e tutela del Made in Italy, abbattimento al 4% sulle bollette che gravano sulle famiglie italiane. Queste le priorità emerse dalle votazioni, argomentate dal Segretario Riccardo Nencini: “Anche la sinistra riformista deve preoccuparsi dei problemi legati alla sicurezza delle famiglie. O il movimento socialista affronta paura e insicurezza con misure all’altezza dei tempi o è destinato a lasciare campo libero alla destra peggiore, reazionaria, razzista”- ha aggiunto. “Nel manuale della sinistra troviamo soltanto risposte parziali, spesso inefficaci. Serve di più- ha aggiunto. “Basta col ritenere la sicurezza individuale un tema di destra”- ha sottolienato Nencini.

Al primo posto, nell’ambito del quesito sulla lotta alla microcriminalità, i cittadini chiedono “certezza della pena detentiva con la confisca del patrimonio del reo e se il reo è extracomunitario, immediata espulsione dello stesso”. La seconda opzione più votata, nel paragrafo dedicato alla tutela del Made in Italy, “l’obbligo di tracciabilità e trasparenza su tutti i prodotti (provenienza, contenuto, composizione)”. La terza priorità indicata riguarda il quesito sul risanamento delle periferie e in particolare, il “ripristino delle situazioni di legalità laddove vi siano occupazioni abusive, in particolare nei quartieri delle grandi città”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento