mercoledì, 22 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Psi Umbria. Per un nuovo centro sinistra inclusivo
Pubblicato il 27-06-2017


bandiera-psi“Occorre ripensare il quadro politico delle alleanze e costruire un nuovo centro sinistra che sia inclusivo e che rimetta la centro delle propria azione politica i reali bisogni delle persone, superando velleitarie ambizioni maggioritarie legate all’autosufficienza da parte del PD, che alla prova dei fatti non riesce più ad essere attrattivo per gli elettori e abbandoni la politica dei due forni, che prevede larghe intese con il centro destra a livello nazionale e accordi con le forze di centro sinistra a livello locale”.

E’ quanto emerso nel corso dell’ampio dibattito che si è svolto ieri pomeriggio, 26 giugno 2017, nel corso della Direzione Regionale del PSI umbro, riunitasi per la prima volta dopo il recente Congresso Regionale, che ha eletto Cesare Carini alla guida della Segreteria del PSI umbro.

“I Socialisti umbri, partendo dall’analisi del voto, con una particolare attenzione per quanto avvenuto in Umbria e all’indomani della sconfitta nel ballottaggio di Todi della coalizione di centro sinistra, hanno messo in evidenza le difficoltà oggettive per le forze della coalizione nel conquistare o mantenere la guida delle amministrazioni locali alla luce di quanto emerso nel corso dell’ultima tornata elettorale”.

“E’ ormai chiaro che si va consolidando il trend negativo di carattere nazionale per le forze di centro sinistra guidate dal PD, anche a causa della difficoltà che i cittadini hanno nel percepire concretamente i risultati dell’ azione governativa; se a questo si aggiungono le difficoltà che imprese e cittadini riscontrano nel superare la crisi economica e i difficili rapporti all’interno del quadro politico che fa riferimento al centro sinistra “classico” – continuano i socialisti – i risultati elettorali non possono che essere negativi”.

Per questo – sottolineano gli esponenti socialisti – nonostante gli ottimi risultati ottenuti dai candidati e dalle liste socialiste, che restano oggi in Umbria gli unici rappresentanti di un partito del centro sinistra in grado di eleggere oltre al PD, il quadro generale non appare positivo”

“Nei prossimi giorni – concludono i socialisti – il segretario regionale Carini incontrerà il Segretario regionale del PD e chiederà che si affronti, senza pregiudiziali, il tema dei futuri rapporti fra gli alleati e si inizi a lavorare ad un serio e repentino rilancio dell’attività amministrativa, anche in vista delle prossime tornate elettorali, che altrimenti porteranno ad altri risultati negativi”

Nel corso dell’incontro, La Direzione, su proposta del Segretario Regionale Carini, ha eletto i membri della Segreteria, che lo affiancheranno nel corso del suo mandato.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento