venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Raikkonen pronto ad aiutare Vettel:
la Ferrari prima di tutto
Pubblicato il 22-06-2017


vettel raikonenLa Ferrari prima di tutto. Un dogma targato Maranello che Kimi fa suo in vista del Gran Premio dell’Azerbaigian dove la Rossa è chiamata a riscattarsi dopo il difficile Gp del Canada che ha riportato Lewis Hamilton a soli 12 punti di distacco dal leader del Mondiale Sebastian Vettel. “Le regole all’interno del team sono molto chiare e non sono cambiate – assicura il pilota finlandese nella consueta conferenza Fia prima del weekend di gara – La prima cosa è fare in modo che entrambe le Ferrari stiano davanti; poi, se Sebastian fosse in grado di vincere ed io no, certamente lo aiuterà”. Un supporto indispensabile quello di Raikkonen a Vettel dopo che la Mercedes si è rifatta sotto pericolosamente a Montreal con la vittoria di Hamilton che nel paddock di Baku si è rimangiato l’intervista in cui ipotizzava un possibile addio alla Formula 1 già alla fine di quest’anno.

“Non ricordo di aver parlato di ritiro, non è una cosa cui sto pensando al momento – l’uscita odierna del pilota inglese – Nemmeno a questo sto pensando, al momento. Ora – aggiunge il pilota inglese della Mercedes – penso solo a batterle: non è un segreto che sia un grande fan del team di Maranello, della squadra, dei loro successi ottenuti nella storia e delle macchine che creano, ma chissà cosa ha in serbo il futuro. Al momento – continua Hamilton – non posso pensare di immaginarmi in nessun altro posto diverso da dove sono ora. Mi concentro sulla lotta con la Ferrari e li ammiro perché sono avversari molto forti”. Una Rossa super quest’anno anche se un po’ in affanno nel Gp del Canada, ma che con Vettel ha saputo reagire rimontando fino alla quarta posizione: ”Credo che alla fine a Montreal abbiamo fatto bene, siamo partiti male, ma – ricorda il pilota tedesco – della Ferrari – dopo abbiamo rimontato bene, abbiamo già reagito. La pista qui è diversa rispetto a Montreal, l’anno scorso siamo andati abbastanza bene, vediamo come riusciamo a gestire la situazione”. Poi Vettel, interrogato sul contratto in scadenza, rimanda ogni discorso alle vacanze estive: ”Non saprei se ci sia una scadenza, normalmente i contratti finiscono il 31 dicembre, al momento – taglia corto Vettel – siamo molto impegnati quindi in estate ci sarò più tempo”. E parlando del suo prossimo futuro rimanda ogni discorso anche l’ex ferrarista Fernando Alonso che liquida così la possibilità di vederlo in Mercedes il prossimo anno: “È abbastanza fantasia ora – assicura Alonso – vediamo questa estate, quando verrà il momento cercherò di prendere la decisione migliore che mi permetta di vincere”.
(ANSA)

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento