sabato, 25 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Masolini:
Centoventicinque anni di storia e di grande storia
Pubblicato il 29-06-2017


Carissimi compagni,
in occasione della due giorni in cui a Bari – a cominciare da domani – si andranno a celebrare i centoventicinque anni del Partito socialista italiano mi unisco molto volentieri – almeno con il mio pensiero –  a tutti voi, inviandovi i miei augurali saluti. Centoventicinque anni di storia (e di grande storia, lo possiamo e lo dobbiamo dire) sono davvero tanti per un Partito. Un Partito che ha vissuto anche periodi di alta criticità –  pensiamo, tra gli ultimi, agli oscuri anni di tangentopoli -, ma che ha sempre avuto la forza di reagire. Senza mai farsi sopraffare da nessuno. Quella preziosa forza della ragione a cui il Partito è rimasto sempre fedele. Arrivando infatti come si può ben vedere assai lontano. Dimostrandoci con le infinite cose che via via è riuscito ad attuare nel tempo quanto sia grande l’dea socialista, quanto sia così vera e trasparente quella sua eresia nella quale un’autorevole coscienza come Filippo Turati vedeva la vita stessa del Partito. Una storia, insomma, di cui possiamo sentirci davvero orgogliosi. E’ quindi giusto ricordarla e festeggiarla. Ma ancora più giusto è preservarla e fare di tutto affinché essa non giunga mai alla fine. Un dovere irrinunciabile, al quale credo dobbiamo continuamente far fronte.

Davanti a questo benaugurante anniversario alzo forte, dunque, il mio plauso al Psi e alla sua lunghissima storia. Sventolando in alto il più possibile quella sua bella “eretica” bandiera. Buone celebrazioni!

Luciano Masolini

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento