giovedì, 21 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Utilizzo di Internet oggi: chi lo usa, per quanto tempo e come
Pubblicato il 15-06-2017


INTERNETOggi Internet lo utilizziamo tutti, ma questo non rende l’idea di tutte le tendenze, le statistiche e le curiosità relative agli accessi alla rete in Italia. Chi lo usa, nello specifico? Per quanto tempo? E in che modo? Dare una risposta completa richiederebbe molto più tempo e molto più spazio, ma è comunque possibile tracciare uno spaccato di quelle che sono le abitudini degli italiani per quanto concerne la navigazione sul web: ecco perché oggi cercheremo di dare una risposta a queste domande.

Internet: chi lo usa, per quanto tempo e come?

Partiamo da un dato molto interessante: il 40% dei giovani utilizza la rete con una media di 4 ore al giorno. Nel 15% dei casi, il computo totale delle ore trascorse su Internet arriva alle 6 ore o addirittura le supera. Per quanto concerne gli accessi unici, sono circa 30 milioni gli italiani che accedono in rete: o almeno, questo è il picco registrato ad aprile dalle indagini mosse da Audiweb. Senza considerare il numero di ore, invece, la percentuale di giovani under-24 che accede alla rete si attesta sul 69%, e cala al 67% per quanto concerne gli under-35 fino ad arrivare al 31% per gli over-50. La maggior parte dei giovani usa la rete soprattutto per i social network e per la visione di contenuti video in streaming. Infine, il 95% dei ragazzi accede a Internet tramite smartphone. Dalle statistiche risulta anche che le donne utilizzano di più la rete (2,35 ore di media contro 2,14).

Connessioni Internet: la competizione è alta
Per via dell’utilizzo massiccio della rete in Italia, il mercato delle connessioni Internet ha sviluppato una vera e propria “guerra” fra operatori: ognuno cerca dunque di conquistare la propria fetta di mercato, e questo riguarda sia il settore dell’Internet casalingo, sia il Mobile e ultimamente anche il settore della TV digitale. Questo discorso porta con sé ottime notizie per gli italiani, in quanto la suddetta “guerra” viene giocata sempre più spesso sui prezzi al ribasso. Ed ecco che negli ultimi anni si è fatto strada un ulteriore competitor, Linkem, che propone delle offerte per Internet WiFi molto interessanti e concorrenziali, le quali non richiedono una linea a casa fissa per fornire la connessione, al contrario della maggior parte delle offerte dei big del settore.

Internet: uno dei mezzi di comunicazione più potenti

Non è un caso che si parli di rivoluzione digitale: la diffusione capillare di internet negli ultimi 20 anni e la svolta al web 2.0 di una decina di anni fa circa, ha portato con sé enormi cambiamenti nella vita delle persone. Stiamo parlando di un mezzo potentissimo, in grado di mettere in contatto moltissimi utenti e dar loro la possibilità di esprimersi e confrontarsi con un pubblico più ampio, questo nel bene e nel male. Sì, perché, pur essendo vero che da un lato le comunicazioni e la diffusione di idee di valore abbiano guadagnato in velocità, è altrettanto vero che parallelamente a questo hanno avuto largo spazio anche fenomeni meno piacevoli, dettati da scopi decisamente poco nobili. Basti pensare agli attacchi di cyberbullismo perpetrati ai danni dei ragazzi più deboli, oppure a fenomeni più agghiaccianti quali la Blue Whale ed altri.

Quello che dovrebbe essere fatto in maniera più insistente è tentare di diffondere, soprattutto tra i più giovani, una cultura per un uso corretto di questo straordinario mezzo, facendo capire loro che quello che all’apparenza può sembrare un gioco in realtà può avere delle conseguenze inaspettate.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento