lunedì, 21 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Venezuela. Nuova rivolta contro il regime “bolivariano”
Pubblicato il 29-06-2017


Venezuelan President Maduro arrives at a military parade to commemorate the first anniversary of the death of Venezuela's late president Chavez in CaracasLo hanno chiamato attacco terroristico, l’apparizione di un elicottero della Polizia Scientifica al ministero degli Interni e poi al palazzo della Corte Suprema venezuelana. Forse un’operazione mal studiata, forse un altro tentativo di intimidazione nei confronti del governo chavista di Maduro.

Dall’elicottero sarebbero partiti alcuni colpi di arma da fuoco e quattro granate, che non hanno provocato né feriti né morti. A guidare l’azione è stato uno degli agenti della Polizia Scientifica, il capo delle operazioni aeree Oscar Rodriguez.

Parte da Instagram questa nuova rivolta contro il regime “bolivariano”, da dove Rodriguez denuncia le mancanze del governo e la necessità di ribellarsi nei suoi confronti. Parla di una coalizione apartitica e patriottica tra militari, agenti di polizia e civili, pronta a scalzare il governo “criminale” di Maduro. Rodriguez è una sorta di Rambo venezuelano, membro delle Brigate di Azione Speciali, che nella sua carriera ha anche recitato nel film d’azione “Muerta Suspendida”.

Nel frattempo, però, le dichiarazioni del governo non si sono fatte attendere, sebbene sembrino prive di conseguenze immediate al di là di semplici misure precauzionali volte a garantire la sicurezza dei principali centri istituzionali. Il ministro della Comunicazione Ernesto Villegas ha definito l’attacco una “offensiva insurrezionale dell’estrema destra”.

D’altro avviso invece le minoranze politiche. Il leader del partito d’opposizione socialista Acción Democrática, Henry Ramos Allup, ha così twittato: “Inutile sorvolare il Tribunale Supremo di Giustizia. Magistrate e magistrati roditori si sono rifugiati al sicuro nelle fogne”, minimizzando sull’episodio.

Il vero tentativo di golpe, secondo i vertici di Acción Democrática, sarebbe invece avvenuto proprio ad opera della Corte Suprema, che ha recentemente attribuito al presidente Maduro poteri esclusivi in materia fiscale. Anche il coordinatore generale de La Fuerza es la Unión, coalizione dei gruppi di opposizioni provenienti dalla politica e dalla società civile, ha dichiarato che “questo – quello fiscale, ndr – è il vero colpo di stato di questa sera. Ed è avvenuto senza elicottero”.

Giuseppe Guarino

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento