venerdì, 21 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Migranti. Austria a Italia: “Teneteli a Lampedusa”
Pubblicato il 20-07-2017


alfano e kurzRicomincia il valzer viennese sui migranti, stavolta l’Austria chiede che i profughi provenienti dal Mediterraneo restino nel territorio italiano che li accoglie. A margine della presentazione al Consiglio Permanente dell’Osce da parte del ministro Alfano delle priorità della prossima presidenza italiana, che avrà inizio il primo gennaio 2018 c’è stato il faccia a faccia tra Alfano e il suo omologo austriaco Sebastian Kurz a Vienna.
“Pretendiamo che venga interrotto il traghettamento di migranti illegali dalle isole italiane, come Lampedusa, verso la terraferma”, ha detto il ministro degli esteri austriaco. Kurz – informa l’Apa – ha ribadito che “l’Austria chiuderà il Brennero, se l’Italia dovesse applicare il lasciapassare”. “Non abbiamo ancora la stessa posizione”, ha detto Kurz dopo l’incontro con Alfano.

Sebastian Kurz ha messo in guardia da “un sovraccarico dell’Europa centrale”. “Se l’Italia dovesse continuare con i tempestivi trasferimenti sulla terraferma, da dove i migranti proseguono verso nord, non aumenterà solo il sovraccarico in Europa centrale, ma continueranno anche gli annegamenti”, ha detto il ministro austriaco. Secondo Kurz, “il salvataggio in mare non deve essere un ticket per l’Europa centrale”. Kurz ha sottolineato che per il momento la cooperazione con l’Italia sta funzionando, “ma se l’Italia dovesse applicare il lasciapassare verso nord, metteremo in sicurezza i nostri confini”.

“Il ministro degli Esteri austriaco Kurz vuole trasformare Lampedusa in un campo di internamento per migranti. Questa non è l’Europa per cui ci battiamo”: è la risposta su Twitter del capogruppo socialista al Parlamento europeo, Gianni Pittella.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento