lunedì, 21 maggio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Napoleone ad Auschwitz
Pubblicato il 20-07-2017


Ci mancava questa ennesima gaffe a cinque stelle. Parlando di Macron il Dibba (come lo chiama il capocomico della compagnia) ha citato la vittoria, grande quanto effimera, di Napoleone scambiando Austerlitz, la cittadina tedesca in cui le truppe napoleoniche sconfissero quelle austro-russe il 2 dicembre del 1805, con Auschwitz, nota al mondo per il terribile campo di sterminio nazista. Nulla di nuovo sotto il sole. D’altronde Dibba avrebbe già rinunciato a correre per la presidenza del Consiglio accontentandosi del ministero degli Esteri, retto in passato da Saragat, Nenni, Moro, Andreotti. Insomma un ripiego accettabile. Se l’ignoranza verrà premiata non vorremmo avere un rappresentante dell’Italia all’estero che attribuisce al generale Bonaparte lo sterminio degli ebrei. Potremmo davvero complicare i nostri rapporti transalpini. D’altronde già il candidato alla presidenza del Consiglio, ex steward del Napoli, Gigino Di Maio l’aveva combinata grossa attaccando il presidente del Consiglio e paragonando l’Italia “al Venezuela di Pinochet”. Con lui al governo c’é anche il rischio di alterare i rapporti con l’America latina. Si metterebbero in tanti a ridere di noi. D’altronde quando comanda un comico é destino…

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Ad un certo punto, in Italia, si credette opportuno correggere la direzione della nostra didattica – troppo datata – per un approccio più pragmatico, diciamo così: all’americana.
    Questo ne è il risultato.

Lascia un commento