giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Pisapia, si tira indietro: “Non intendo candidarmi”
Pubblicato il 14-07-2017


Pisapia-unioni civili“Non penso neanche lontanamente di candidarmi alle prossime elezioni”. Non lascia spazio e dubbi il fondatore di Campo Progressista, Giuliano Pisapia, sulla possibilità di impegnarsi direttamente nella prossima tornata elettorale. La sua posizione adesso è quella di un “impegno sociale” in cui l’ex sindaco di Milano “crede”. “Non ho incarichi istituzionali e non ambisco a nessun ruolo” ha poi ribadito. Pisapia ha sviluppato questa riflessione nel corso di un convegno della Cgil a Milano. “È significativo che in Italia aumentino i volontari ma diminuiscano quelli che si impegnano nella politica. Indipendentemente dai partiti la parola d’ordine è fiducia e ora c’è sfiducia”. Quindi ha aggiunto di essere sempre convinto che “in Parlamento o nelle istituzioni non bisogna stare più di uno o due mandati”, sottolineando che da parlamentare ha “anche praticato” questa convinzione.

Insomma Pisapia rompe il silenzio che durava ormai da parecchio. E anche l’assedio. “Che Pisapia volesse rompere l’assedio – ha commentato il segretario del Psi Riccardo Nencini – era del tutto evidente dall’inizio. Soprattutto dopo la piazza romana egemonizzata da una sinistra radicale lontana dai suoi propositi”. Poi Nencini aggiunge: “Bisognerebbe smetterla di cavalcare il leader del momento per affidarsi invece a un disegno di più lungo respiro. Dietro l’angolo grillini e Lega cominciano ad annusarsi”

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento