venerdì, 21 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Prestipino. Pisani, parole che ricordano periodi bui
Pubblicato il 25-07-2017


patrizia-prestipino-110Dopo le polemiche per aver istituito un dipartimento ‘mamme’, arriva uno scivolone per il Partito democratico. Patrizia Prestipino, membro della direzione nazionale del Partito Democratico e responsabile del dipartimento del Partito Democratico per la difesa degli animali, difende il Dipartimento sulle mamme del partito con parole a dir poco imbarazzanti per la sinistra: “Se uno vuole continuare la nostra razza, se vogliamo dirla così, è chiaro che in Italia bisogna iniziare a dare un sostegno concreto alle mamme e alle famiglie. Altrimenti si rischia l’estinzione tra un po’ in italia”.
Dopo le affermazioni della deputata dem ai microfoni Radio Cusano Campus, le reazioni non si sono fatte attendere, sollevando un vero e proprio polverone, tanto che nel pomeriggio arrivano le scuse della diretta interessata. “Questa mattina nel corso della trasmissione radiofonica mattutina di Radio Cusano Campus, in maniera del tutto erronea, ho usato il termine razza nell’ambito di una discussione sulla natalità – spiega Prestipino – Mi scuso chiaramente per l’uso di questo termine che, peraltro, nulla aveva a che fare con la discussione in corso in quel momento”.
“Trovo stupide, vergognose e imbarazzanti le parole della signora Patrizia Prestipino che nel difendere la scelta di istituire un dipartimento mamme, ha sostenuto la necessità di dare continuità alla ‘razza’ italiana.” È il commento di Maria Cristina Pisani, portavoce del PSI, alle parole di Patrizia Prestipino, che ha sostenuto che “se uno vuole continuare la nostra razza bisogna dare un sostegno alle mamme”. “Il ritorno dunque a uno dei periodi più feroci della nostra storia. È evidente che il solleone alla signora fa male e anche parecchio”, ha proseguito Pisani che sulle scuse di Patrizia Prestipino, ha aggiunto: “A volte la toppa è persino peggio del buco”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento