venerdì, 16 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Masolini:
L’Avanti! è la nostra voce.
Pubblicato il 28-07-2017


Osservando, e purtroppo per l’ennesima volta, quanto sia sempre più avara l’attenzione che i mezzi d’informazione riservano al Partito socialista, si capisce sempre di più quanto sia rilevante il ruolo che l’Avanti! va compiendo in questo silenzioso contesto. E’ vero che trattasi di un piccolo quotidiano, ma con un’enorme esperienza alle spalle di cui può essere davvero più che fiero e che, proprio grazie ad essa, nulla ha da imparare da certi giornaloni. I quali, anche in occasione di un evento come quello di Bari sul centoventicinquesimo anniversario del Psi, si sono ben guardati da darne notizia.

Qualcosa ricordo è stata fatta vedere nel Tg2 serale del primo luglio, meglio che niente. Di fronte a questo misero vuoto la preziosità dell’Avanti!, come stavo dicendo, ritorna a mostrarsi in tutta la sua veridicità. Il compito di noi socialisti credo che dovrebbe essere anche quello, quindi, di salvaguardare e sostenere questa antica testata, che poi è la nostra voce. Il compagno Nicola Olanda ha avanzato la proposta di ricreare gli Amici dell’Avanti!. Una giusta e buona idea che ho subito appoggiato, augurandomi che possa incontrare molti consensi. Intanto, concludendo, ringrazio infinite volte il nostro direttore Mauro Del Bue e la sua redazione per questa loro assidua attività. Ogni tentativo di metterci a tacere sarà vano fintantoché vivrà l’Avanti!. E visti i tempi e i modi come siamo spesso trattati non è certamente cosa da poco, anzi. Buona estate a tutti, carissimi compagni!

Luciano Masolini

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento