venerdì, 21 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Alitalia. Ryanair vuole lo spezzatino
Pubblicato il 31-08-2017


alitalia_aeroporto

Ipotesi spezzatino per Alitalia? La Ryanair conferma il suo interesse per vettore italiano ed in particolare alla flotta. È quanto è emerso, secondo quanto riferisce Bloomberg, in una conferenza stampa dell’amministratore delegato della low cost irlandese Michel O’Leary. La Ryanair, secondo quanto riferisce la Reuters, proporrà l’acquisto e di 90 aerei sotto il marchio Alitalia e l’utilizzo di personale esistente nell’ambito della ristrutturazione della compagnia aerea italiana. La Ryanair ha fino al 2 ottobre di fare un’offerta vincolante per tutto o parte del vettore italiano, che è stato posto sotto amministrazione speciale per la seconda volta in meno di un decennio.

“Presenteremo un’offerta per 90 velivoli, con i loro piloti, equipaggio di cabina, rotte, ecc”, ha detto O’Leary ai giornalisti nel corso di un briefing a Londra. L’offerta è subordinata, ha confermato il manager, all’esito della ristrutturazione in corso soprattutto sul fronte dei costi sia del lavoro sia dei canoni di locazione degli aeromobili. “Penso che uno degli aspetti veramente interessanti dell’Alitalia – ha aggiunto il top manager – è la flotta di lunga percorrenza. C’è la capacità di crescere molto forte”.

Parole che lasciano perplessi. La posizione del governo infatti è fortemente contraria a questa ipotesi. “Leggo – afferma in un tweet il segretario del Psi e vice ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Riccardo Nencini – di un potenziale ‘spezzatino’ di Alitalia. Non erano queste le previsioni, temo che non sia la strada maestra”. Per il Ministro della Cultura e del Turismo Dario Franceschini “lo spezzatino di Alitalia sarebbe un errore gravissimo”.

La Cgil, con il segretario nazionale della Filt Cgil, Nino Cortorillo, parla di fake news. “L’ipotesi di spezzatino è fuori da ogni prospettiva anche sindacale. La prendiamo come fake news. Il fatto che Ryanair sia interessata ad aerei e rotte e magari a una parte di personale più che uno spezzatino è macelleria. In realtà – conclude Cortorillo – è appunto una fake news o come diceva una canzone è fatta ‘per vedere l’effetto che fà”.

A bloccare e negare la fondatezza di questa ipotesi, alcune fonti di Alitalia affermano che “il bando esclude chiaramente l’ipotesi del cosiddetto ‘spezzatino’, prevedendo due possibili soluzioni per l’amministrazione straordinaria: la vendita unitaria della compagnia o, in alternativa, la vendita dei due lotti, aviation e handling, a soggetti distinti”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento