giovedì, 24 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Come Pertini
Pubblicato il 11-08-2017


E’ tanta l’assurdità nel paragone Di Maio-Pertini che non volevo scriverne. Poi leggo il surreale articolo sulle analogie dei due di Sebastiano Messina su Repubblica e non resisto. Eravamo tutti contenti quando Di Maio aveva dichiarato che i progenitori dei Cinque stelle erano la Dc, Berlinguer e Almirante. La nostra esclusione ci aveva inorgoglito. Io ce l’ho con Di Maio oggi solo perché ha aggiunto a quella meravigliosa triade di progenitori Sandro Pertini, includendo un socialista senza neanche un preavviso. Naturalmente guardandosi bene dal citarlo come dirigente del Psi e anche direttore dell’Avanti, ma recuperandolo come presidente della Camera. Poteva evitarlo. Sentirsi come Pertini perché si é vice presidenti della Camera é un po’ da presuntuosi. Anche nella più modesta versione del vice. Poi il cantore del Pinochet venezuelano poteva almeno limitarsi a sottolineare l’unica concreta analogia col vecchio presidente, e cioè lo scranno. Purtroppo. D’altronde se proprio volessimo adattare lo schema usato oggi da Messina agli altri protagonisti della politica italiana, insomma, il suo paragone desterebbe ugualmente una certo qual rimpianto. Sottosegretario alla presidenza abbiamo la Boschi, prima c’é stato Giuliano Amato, agli Esteri Moro, Andreotti, De Michelis e oggi Alfano, presidente della Camera Nilde Iotti e oggi la Boldrini, del Senato Fanfani e Spadolini e oggi Grasso. Devo continuare? Prima in Venezuela, caro Di Maio, ci sarà stato Pinochet, ma oggi c’é Maduro. Che é un cognome, non un aggettivo. E in Cile magari Chavez e oggi la Bachelet. E allo stadio San Paolo un giovane steward con le palle… Mi viene un brivido alla schiena.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento