mercoledì, 14 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Commemorando Farri:
una proposta
Pubblicato il 29-08-2017


Dinnanzi alla tomba di Umberto Farri ho voluto ricordare ai presenti le tante iniziative che nei tanti mesi di agosto abbiamo promosso per ricordarlo. Ho voluto dare atto al Comune di Casalgrande del suo opportuno e doveroso omaggio al vecchio sindaco socialista, avanzando anche una proposta. Casalgrande si faccia promotore di una giornata di studio e di divulgazione su Umberto Farri che di questo comune fu sindaco in due occasioni, prima e dopo il fascismo. E magari riprenda il significato di quella grande assemblea promossa dal Psi nel 1991 proprio nella sala consigliare del comune ceramico, presieduta da Giuseppe Amadei e aperta da una mia lunga relazione, allora assai criticata e perfino condannata. Oggi è tempo di revisionismi.

Si riconosca che quel che facemmo era giusto storicamente, politicamente, umanamente. Farri non morì di polmonite ma fu colpito da due sicari coperti da un fazzoletto rosso, nella sua casa, mentre stava festeggiando il ritorno del figlio, prigioniero in India. Gli spararono brutalmente, mentre un terzo era intento a fare da palo. Farri era un antifascista, presidente del Cln di Casalgrande, era un socialista autonomista come Alberto Simonini.

Dei tanti delitti commessi nel dopoguerra reggiano quello di Farri, colpito il 26 agosto del 1946 e morto il giorno dopo all’ospedale di Reggio Emilia, è il solo senza condanne, senza colpevoli, senza esecutori né mandanti. Il solo avvolto da 71 anni in un velo di colpevole e omertoso silenzio che a distanza di cosi tanto tempo è destinato a divenire eterno.

Mauro Del Bue

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Io non so come il Comune di Casalgrande abbia reso omaggio al “vecchio sindaco socialista”, e non posso dunque esprimermi al riguardo, ma il “caso Farri”, oltre agli aspetti umani – e anche istituzionali trattandosi di un primo cittadino eletto per ben due volte, prima e dopo il fascismo – ha risvolti fortemente politici, e io non so come gli stessi possano essere affrontati da chi non appartiene alla famiglia socialista.

    Nonostante queste mie riserve e perplessità, va comunque dato atto al Direttore di aver sollevato non da oggi il velo su questo inqualificabile episodio del dopoguerra, e gli auguro pertanto che la sua proposta possa dare quei risultati che lui si aspetta, a doveroso ricordo di questa figura del socialismo democratico.

    Paolo B. 29.08.2017

Lascia un commento