sabato, 17 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
Nel Pavese un nuovo Termovalorizzatore
Pubblicato il 22-08-2017


Si sta prospettando nel pavese un nuovo termovalorizzatore dei Rifiuti Solidi Urbani(RSU). L’Amministrazione Provinciale di Pavia è in attesa della prossima Conferenza dei Servizi per autorizzare il nuovo impianto proposto da A2A Ambiente a Corteolona. Nel frattempo si cerca di capire perché A2A investa su un nuovo impianto,nonostante le indicazioni dell’Unione Europea siano di incrementare fino al 50% il riciclo dei rifiuti e ridurre sotto al 10% il ricorso alla discarica. L’input tecnologico lo spiega Lorenzo Zaniboni in un’intervista pubblicata da La Provincia Pavese.Il Responsabile Impianti di A2A Ambiente asserisce: Gli obiettivi coincidono con le indicazioni europee. L’economia circolare si basa sulla raccolta differenziata,ma da sola non basta a risolvere il problema rifiuti.Per questo gran parte degli investimenti dei prossimi 5 anni serviranno allo sviluppo di nuovi impianti di recupero dei materiali,come plastica,pneumatici, carta e FORSU (Frazione organica dei rifiuti solidi urbani).Serviranno nuovi Termovalorizzatori e nuovi impianti produttori di gas biologico,compost e polverizzatori meccanici di pneumatici.Le emissioni in atmosfera dei fumi dei Termovalorizzatori non generano conseguenze per la salute dei cittadini. Le analisi scientifiche confermano che i moderni impianti garantiscono la massima protezione di ambiente e salute. Gli studi effettuati per l’impianto di Corteolona hanno confermato che l’incidenza delle sue emissioni sulla qualità dell’aria, in qualsiasi punto dell’area, non è assolutamente significativa. L’impianto che da anni sta funzionando a Corteolona è dotato di un doppio sistema di analisi in continuo delle emissioni che effettua oltre 1000 misurazioni all’ora. Un monitoraggio delle emissioni ha un collegamento telematico diretto con il centro di controllo di Arpa Lombardia. La società A2A è garante di tutti i processi industriali che mette in atto e ne dà visibilità in un processo di totale trasparenza, pubblicando sui siti Web della società i dati di emissioni. I comuni interessati per il secondo Termovalorizzatore del Pavese otterranno compensazioni,con interventi migliorativi e convenzioni. Tra le compensazioni anche la viabilità. Il nuovo impianto porterà un incremento modesto (10/12 veicoli/giorno). L’effetto cumulo degli impianti del centro integrato di Corteolona è stato escluso anche dalla VIA (Valutazione di impatto ambientale) che ha considerato il sito nel suo complesso. Nel nuovo impianto vengono utilizzate tecnologie di un avanzato sistema di combustione a griglia mobile controllato con telecamera all’infrarosso,e con un sistema di recupero energetico ad elevata efficienza. La massima protezione ambientale sarà assicurata da un doppio sistema di filtrazione e reattori di neutralizzazione a secco,iniezione di calce e bicarbonato seguiti da un sistema catalitico per il trattamento delle emissioni.Un vero gioiello della tecnica che verrà realizzato con le migliori innovazioni oggi disponibili a livello internazionale e garantirà la massima protezione ambientale.Aumenta anche l’efficienza energetica recuperando dai rifiuti oltre 200.000 MWh di energia elettrica,con un risparmio di 40.000 tep (tonnellate di petrolio equivalente) e oltre 100.000 tonnellate di CO2 all’anno. Nel PMA(Piano di Monitoraggio Ambientale) di A2A Ambiente è prevista anche una valutazione delle ricadute ante operam predisponendo stazioni di campionamento sia fisse che mobili che sarà ripetuta dopo la messa in esercizio dell’impianto.Si auspica che non venga accolta alcuna strumentalizzazione degli ambientalisti che stanno sulle barricate dal 2009. Suggerisco di aderire con fiducia e buonsenso al progetto di un nuovo Termovalorizzatore perché produrrà valorizzazione intrinseca e permanente del territorio.

Manfredi Villani

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento