lunedì, 24 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Stx-Fincantieri, incontro senza intesa
Pubblicato il 02-08-2017


padoanL’incontro di ieri pomeriggio presso il Ministero dell’Economia si è concluso senza intesa tra Italia e Francia sulla questione Fincantieri-Stx.

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al termine dell’incontro con la controparte francese, Bruno Le Maire, ha spiegato la posizione del governo italiano: “Nel colloquio con Le Maire abbiamo constatato che tra Italia e Francia permangono ancora differenze non sanate nel senso che non è possibile accettare una ripartizione al 50%. Questa posizione rimane e su questo rimarremo fermi”.

In una nota congiunta del governo italiano e di quello francese viene riferito: “E’ stato stabilito che ci sarà tempo di qui fino al 27 settembre, in occasione del vertice Italia-Francia, per valutare la possibilità di colmare le differenze. La quota di Fincantieri in Stx France verrà definita in linea con il suo ruolo industriale di guida, entro tale data. E in questo periodo il governo francese si impegna a non aprire il capitale di STX France ad altri soggetti e a considerare Fincantieri l’opzione preferita per il futuro della società. Francia e Italia esprimono la loro volontà di facilitare la creazione di una industria navale europea più efficiente e competitiva. Condividono l’obiettivo di avanzare verso una forte alleanza tra i due paesi sia in campo civile che militare”.

Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda ha sottolineato: “Perché si possa dar vita a un grande gruppo occorre fiducia reciproca e la premessa della fiducia reciproca è che si raggiunga su Stx una conclusione che rispetti nella sostanza gli accordi presi con il governo francese. Certamente le posizioni sono ancora distanti”. A chi chiedeva se i ministri fossero rimasti delusi dall’incontro Calenda ha risposto: “Francamente non ci aspettavamo nulla di diverso”.

Al termine dell’incontro, il ministro dell’Economia francese Le Maire ha assicurato: “Abbiamo un’opinione diversa su Stx ma troveremo una soluzione adeguata. Sono molto contento di essere oggi a Roma con i ministri Padoan e Calenda e sono convinto che dobbiamo rafforzare la collaborazione tra Italia e Francia. Siamo due grandi Paesi, siamo fratelli. Abbiamo perfetta coscienza in Francia dell’emozione che può suscitare la decisione assunta dal governo francese su Stx. Voglio dire ai miei amici italiani che è una decisione temporanea. L’intenzione del governo francese è quella di costruire con l’Italia una grande compagnia europea navale civile e militare e abbiamo deciso di lavorare insieme a questa cooperazione tra Francia e Italia”.

Al vertice Italia-Francia parteciperanno anche Gentiloni e Macron. Oggi, in aula parlamentare, alle 15,30, come già previsto, il ministro Calenda riferirà sull’incontro di ieri e si conosceranno le posizioni dei gruppi sulla vicenda Fincantieri-Stx.

La partita resta ancora aperta. Bisognerà seguire con attenzione gli sviluppi futuri sulla vicenda.

Salvatore Rondello

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento