giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Veneto. Fantò: il referendum della Lega manovra elettorale
Pubblicato il 14-09-2017


regione-venetoA seguito di quanto deliberato dal Direttivo regionale del PSI veneto del 2 settembre, si è ufficialmente costituito ieri a Marghera, presso la Federazione regionale del PSI, il comitato”Socialisti veneti per l’astensione”.

“I socialisti del Veneto – afferma in un comunicato il Segretario regionale Luca Fantò – sono consapevoli dell’importanza di poter gestire al meglio le risorse dei territori. Ciò sarebbe già possibile utilizzando gli strumenti che la nostra Costituzione prevede ma che finora il centrodestra, che ha governato per anni il Paese e che da anni governa la Regione, non ha mai utilizzato. Il referendum della Lega non permette di accedere ad alcun vantaggio fiscale e neppure di accelerare un processo che determini maggior autonomia. Ma il referendum leghista – aggiunge Fantò – lascia ai cittadini del Veneto una certezza, quella della spesa che con la consultazione elettorale viene imposta”.

“Il referendum leghista appare più come una manovra elettorale che l’espressione di una reale volontà di autonomia. I socialisti del Veneto rifiutano questo uso strumentale del referendum. Per queste ragioni e per le molte altre che i socialisti del Veneto illustreranno in diversi incontri in diverse province del Veneto ed in manifestazioni organizzate insieme al Comitato socialista della Lombardia, il PSI invita i cittadini del Veneto ad astenersi”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento