giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

I grillini rinunciano alla pensione ma se la tengono
Pubblicato il 16-09-2017


Sapendo che non è possibile rinunciare a quel che il Parlamento ha deciso in termini di previdenza e ossessionati dai loro slogan contro i cosiddetti privilegi della casta, i grillini hanno annunciato che rinunceranno alla pensione così come prescritta dalle norme approvate. Si tratta di una pensione contributiva che scatta dopo i 65 anni e che ammonta a meno di mille euro. Enorme privilegio, dopo l’abolizione dei vitalizi, che dal 2012 non vengono più erogati. Non contenti mai di nulla, adesso la Grillo band fa leva sull’ignoranza. Che bravi i grillini a rinunciare a quel che non rinunceranno. Resta per me un mistero quella parte del Pd che insegue questa follia. C’un vecchio proverbio indiano che dice: “Facile è cavalcare la tigre, molto difficile è scendere dalla tigre quando è in corsa”. I due Matteo non credo siano mai stati neppure a cavallo…

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento