venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

“Provaci ancora prof 7”: la serie è tornata con altri 8 episodi nuovi
Pubblicato il 19-09-2017


provaci-ancora-prof-7-637x389Se dovessimo seguire la moda di dare un voto alle fiction -come spesso si usa- potrebbe essere proprio un bel 7 (quante le edizioni cui è giunta) per la nota serie tv “Provaci ancora prof”. La famosa serie televisiva, che vede protagonista Veronica Pivetti nei panni di Camilla Baudino, infatti, è tornata su Rai Uno per altri otto episodi (come per la sesta stagione, da circa 100 minuti ciascuno). In onda a partire dal 2005, ispirata ai racconti di Margherita Oggero, parte subito in sordina con il delineare le molte cose da sistemare per questa docente con la passione per le indagini poliziesche. Infatti parrebbe proprio il caso di dire: provaci ancora prof….a fare ordine nel caos che ti travolge, tuo malgrado. La tranquillità non sembra assolutamente essere proprio fatta per lei. C’è sempre qualcosa che viene a stravolgere la pace e, come ha un attimo di tranquillità e serenità, subito accade qualcosa che la fa correre. Immediatamente; ma senza mai farle perdere il sorriso e la voglia di sdrammatizzare e, soprattutto, di risolvere i problemi come si fa con i casi della Polizia: con lucidità, facendo chiarezza su ogni dubbio e chiarendo ogni titubanza ed esitazione. D’altronde la vita o un giallo poliziesco sono come l’amore: imprevedibili e altalenanti, cambiando spesso per sempre il corso degli eventi a nostra insaputa, inaspettatamente.
E così vediamo che, se tutto sembrava aver preso una piega ben definita, così non sarà perché tutto l’ordine sarà sovvertito. All’avvio tutto comincia bene: con lei che va a convivere con il suo nuovo amore (e dunque compagno) Gaetano (il commissario di Polizia Berardi, alias Paolo Conticini); Renzo Ferrero, il suo ex marito (interpretato da Enzo Decaro) che diventa papà poiché ha un figlio (Lorenzo) dalla sua neo partner Carmen Rojas (alias l’attrice Carmen Tejedera); la loro figlia Livietta (è Ludovica Gargari come noto a ricoprirne il ruolo), anche lei diventata mamma da poco di una bella bimba (chiamata Camilla) dal suo giovane marito George (alias Luca Murphy); ed i due giovani che si sono trasferiti a Londra nella terra del ragazzo. Per la serie: e tutti vissero felici e contenti.
Invece così non è. Un po’ come il titolo che dà il nome al primo episodio –“Cioccolato amaro”- la serie si riapre con questo dolce romanticismo che viene rotto. Infatti la convivenza di Camilla e Gaetano viene minata da una serie di contingenze quanto meno curiose. Innanzitutto il caso dell’uccisione di un pasticciere si intreccia con la scomparsa di Potty e la professoressa cade nello sconforto e si ritiene colpevole di aver “ferito” il “suo” animale, facendogli credere di volergli meno bene portando una terza presenza tra di loro: quella di una figura maschile quale quella del commissario Berardi. Molto divertente questa associazione del ritrovamento del cane e della risoluzione del giallo, dell’omicidio dietro cui non è da escludere -tra l’altro- il movente della gelosia. Poi Renzo che finisce in analisi, ma nessuno lo sa, però sta male e ha crisi di panico e sensi di soffocamento. Livia che torna da Londra e lascia George perché crede che lui lo abbia tradito, ritorna a casa con la madre e vuole ricominciare a studiare architettura all’università come il padre. Poi Carmen che è sempre più misteriosa, fa orari strani, lascia sempre più solo Renzo e abbandona spesso il figlio. Come se non bastasse al commissariato arriva Bianca De Olivares (interpretata da Valentina Pace): una donna affascinante che è anche il nuovo medico legale che affianca Gaetano nella risoluzione dei casi; che possa nascere una love story tra i due o qualche tradimento da parte del bel commissario? Infine anche per la professoressa Baudino la situazione a scuola è sempre più difficile: ha accettato un nuovo incarico impegnativo in un istituto per adulti, di cui la preside è Marta De Carolis (interpretata da Simonetta Solder); le due diventano amiche, ma soprattutto ciò permette alla fiction di affrontare temi diversi, importanti e attuali come la violenza, le differenze sociali, culturali, etniche e religiose in una società multiculturale che dipinge in tutta la sua attinenza alla contemporaneità odierna (immigrazione, clandestinità, precariato, disoccupazione). All’interno di questa “classe speciale” -per così dire- ci sono adulti che hanno ricominciato a studiare, operai, disoccupati, giovani straniere di diversa cultura, musulmane con il velo, ragazzi usciti dal carcere e violenti, come l’ex detenuto Vasco Pieroni (interpretato da Alan Cappelli Goetz).
Dove porteranno tutti questi nuovi scenari aperti? Sicuramente ne accadranno delle belle e continueranno all’insegna della comicità. Sorrisi sono regalati anche dalla verve comica di Luciana Marotta (detta “Lucianona”, interpretata da Daniela Terreri) collega e moglie dell’ispettore Pasquale Torre (interpretato da Pino Ammendola), amico del commissario Berardi. Quali coppie “scoppieranno” e quali rimarranno insieme? Quali altre unioni si creeranno e quali nuovi personaggi incontreremo? Quanti altri casi risolveranno insieme la prof e il commissario? Per saperlo occorrerà continuare a vedere i nuovi episodi, in onda dal 14 settembre scorso. Tra l’altro il primo, -“Cioccolato amaro” appunto- ha avuto un buono share del 19,19%, con ben più di quattro milioni di spettatori (pari a 4.249mila). Dopo quello del 18 settembre (“A luci spente”), un altro andrà in onda il prossimo 21 settembre.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento