giovedì, 23 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
Guardare al futuro del fotovoltaico
Pubblicato il 04-09-2017


pannelliUno sguardo al futuro del fotovoltaico in condominio venne espresso dall’Avantionline del 03-05-2016. L’approfondimento odierno deriva da una mia intervista a Fabrizio Porta della Petalo srl di Osnago,concernente le tematiche: Fotovoltaico e funzionamento del sistema,la produzione di energia elettrica mediante l’irraggiamento solare,la manutenzione degli impianti fotovoltaici ed il costo medio di una loro tipologia condominiale.Un impianto FV(Fotovoltaico) è un dispositivo che produce energia elettrica avente come fonte il sole.Il principio di funzionamento gira attorno all’elemento principale che sono le celle fotovoltaiche,collegate tra loro all’interno di un modulo fotovoltaico(oggi i più comuni sono formati da 60 celle e sviluppano una potenza di 300watt su una superficie di 1.65 mq).Le celle fotovoltaiche,quando colpite dalla luce solare,generano corrente elettrica che viene raccolta dal circuito elettrico del pannello e fluisce verso gli altri componenti dell’impianto.I pannelli FV generano corrente continua.La maggior parte delle apparecchiature elettromeccaniche funziona con corrente alternata,così come la rete di distribuzione in media ed alta tensione è in alternata.Per questo motivo la corrente prodotta deve essere convertita da uno specifico apparecchio chiamato inverter.Un tipico impianto fotovoltaico è costituito da moduli fotovoltaici,inverter,strutture di sostegno e altri accessori come cavi e quadri elettrici.E’possibile inserire un sistema di accumulo(batterie)per immagazzinare l’energia in eccesso(non istantaneamente utilizzata sul posto)anzichè immetterla nella Rete di Distribuzione Nazionale,e renderla disponibile per un utilizzo differito.La produzione in eccesso del sistema FV può utilizzarsi adottando sistemi per sostituire l’energia elettrica al gas utlizzato per riscaldare l’ambiente e l’acqua sanitaria.Oggi,infatti,esistono tecnologie che sfruttano in maniera efficiente l’energia elettrica per produrre calore:sostituire le caldaie a gas con pompe di calore(oppure affiancarle creando una soluzione ibrida)è un’ottima maniera per conseguire risparmio energetico.In estate le stesse tecnologie possono essere impiegate-oltre che per l’acqua calda-per il raffrescamento e la ventilazione meccanica degli ambienti,migliorando il comfort abitativo.In caso di brutto tempo l’impianto FV non smette di funzionare:semplicemente la produzione sarà più bassa,quindi l’energia immediatamente disponibile sarà minore.Circa la manutenzione del FV diversi studi hanno dimostrato che ove non venga effettuata una manutenzione e una pulizia dei moduli adeguate i pannelli possono produrre fino al 30% in meno della potenzialità.E’ consigliabile effettuare almeno un lavaggio annuale dei moduli FV con attrezzatura adeguata anche per rimuovere lo sporco non convenzionale.Per gli impianti commerciali o aziendali è consigliabile effettuare due manutenzioni annuali con la verifica dei moduli FV attraverso l’ispezione termografica,che permette di identificare problemi a livello di modulo,come gli “hot spot” o “la bava di lumaca”.La narrativa cruciale di questo scritto riguarda un impianto FV tipo della potenzialità di 4,5 Kw per una palazzina condominiale di quattro utenze.Sul tetto della palazzina sono installati 15 pannelli da 300 Watt cadauno.I pannelli sono costituiti sa silicio monocristallino e inverter compatti con ottimizzatori di potenza.Il costo dell’impianto ascende a 11.000 Euro,IVA compresa.Gli svilippi del fotovoltaico riguardano più in generale i tetti,lastrici solari in condominio,shed aziendali,tettoie di attività commerciali e balconi delle abitazioni.I costi di installazione prevedono tempi di rientro del capitale investito di 4-8 anni.Un impianto ben progettato può ammortizzare i costi in 4-5 anni.La durata media dei pannelli FV è di circa 20-25 anni.Ovviamente occorrerà considerare lo smaltimento dei pannelli a fine ciclo di vita e la costante manutenzione dell’impianto realizzato.Si consideri anche che in Italia circa il 7% del fabbisogno energetico è realizzato tramite l’energia elettrica fotovoltaica.Il costante aggiornamento Web sulle nuove tecnologie fotovoltaiche agevola la diffusione,in ogni casa ed in ogni azienda,delle soluzioni energetiche più avanzate del momento per ottenere elettricità dal sole.

Manfredi Villani

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento