venerdì, 17 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Stupro Carabinieri. Console Usa dal Questore di Firenze
Pubblicato il 08-09-2017


carabinieri_generica_firenzeUna notizia sconvolgente che sta facendo il giro del mondo: due ventenni americane sarebbero state violentate da due carabinieri la notte tra mercoledì e giovedì a Firenze. Dopo la denuncia nella serata di giovedì gli inquirenti avevano deciso di risentire le ragazze per verificare alcuni punti del racconto fornito alla polizia. Le studentesse, ascoltate separatamente, hanno confermato le accuse e fornito una versione non contraddittoria, al momento al vaglio degli investigatori. I due militari sono tra quelli che, nella notte tra il 6 ed il 7 settembre, sono intervenuti in una discoteca di Firenze, chiamati dal titolare, per disordini che si erano verificati nel locale. I due carabinieri, secondo l’accusa delle ragazze, le avrebbero accompagnate a casa dove si sarebbero verificati gli abusi. Ora i due militari risultano indagati. Ci sono anche testimoni che hanno visto le due ragazze salire sull’auto di servizio dei carabinieri, davanti alla discoteca, e il percorso fino davanti l’abitazione delle due giovani statunitensi, nel centro di Firenze, sarebbe confermato anche dalle immagini di alcune telecamere di sorveglianza.
Dopo la denuncia il console generale Usa a Firenze, Benjamin Wohlauer, ha voluto incontrare questa mattina il questore di Firenze Alberto Intini e successivamente si è recato presso il comando provinciale dei carabinieri di Firenze, ma il console non ha rilasciato dichiarazioni. Il consolato poi non ha voluto fornire dettagli per motivi di privacy, ma ha fatto sapere che sta seguendo il caso e dando assistenza alle due connazionali.
“Prendiamo queste accuse molto seriamente”: così il dipartimento di Stato Usa ha commentato all’ANSA la vicenda delle due studentesse universitarie statunitensi che hanno accusato due carabinieri in servizio di averle violentate dopo averle accompagnate a casa da una discoteca. “I nostri uffici all’estero sono sempre pronti ad assistere cittadini Usa vittime di crimini che cercano assistenza dalle nostre ambasciate e dai nostri consolati”, ha aggiunto il dipartimento di Stato, rifiutandosi di fare ulteriori commenti “per la natura sensibile di questo caso e per proteggere la privacy delle persone coinvolte”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Per favore, potreste togliere “sono state violentate da due carabinieri” e scrivere ” sarebbero state violentate da…”? Almeno su un giornale socialista sarebbe bene rispettare il principio di innocenza fino a prova contraria.
    Grazie e cari saluti.
    Mario.

Lascia un commento