martedì, 21 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Torino, via il 99% delle slot entro il 1° dicembre
Pubblicato il 21-09-2017


Slot machine-Nencini-PsiI consiglieri della Regione Piemonte hanno ricevuto nelle ultime ore la perizia – redatta da un tecnico incaricato dai gestori slot dell’associazione Astro – che dimostra l’imminente espulsione dal territorio di oltre il 99 per cento degli apparecchi autorizzati. Lo apprende Agipronews da fonti politiche locali.

Il documento è stato realizzato per verificare gli effetti della norma in una grande città (Torino) e in un piccolo centro come Chieri.

A partire dal 1° dicembre gran parte delle slot in esercizio sul territorio dovrà staccare la spina, per effetto della legge regionale, secondo la quale tutti coloro che gestiscono apparecchi di gioco negli esercizi pubblici o aperti al pubblico devono adeguarsi alla normativa vigente entro diciotto mesi dall’entrata in vigore della legge, firmata il 2 maggio 2016.

A seconda della popolazione dei comuni (minore o maggiore di cinquemila abitanti) le distanze dai luoghi sensibili – come chiese, scuole o ospedali, ma anche bancomat – sono fissate a 300 o 500 metri. “Per ora non è previsto alcun rinvio” ha dichiarato nei giorni scorsi Sergio Chiamparino, presidente delle Regione, secondo quanto riportato dalla stampa locale, ma il dibattito con le categorie produttive è aperto. Astro – in attesa del decreto del ministero dell’Economia che recepirà l’accordo Stato-regioni sulla distribuzione dell’offerta di gioco – ha chiesto alle istituzioni regionali di “congelare” gli effetti della legge, sospendendo intanto l’espulsione del gioco lecito dal territorio.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento