venerdì, 21 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Giorgio Brero
Indietro non si torna!
Pubblicato il 30-10-2017


Finalmente si è iniziato un percorso che può portare alla formazione di una lista laica, socialista, radicale, aperta ai movimenti civici, ai verdi e a tutti coloro che condividono i valori di libertà e democrazia che noi socialisti da sempre rappresentiamo.

Certo non possiamo nasconderci che la spinta decisiva è stata data dall’approvazione della nuova legge elettorale che ha rispolverato , finalmente , le coalizioni come perno per formare un progetto credibile e omogeneo che governi il Paese.

Questa legge elettorale è stata fatta in fretta spinta dalla volontà del Presidente Mattarella ed ha dimostrato che , quando si vuole , una legge elettorale la si approva in quindici giorni

Sul metodo non si può che essere critici , il ricorso sistematico alla fiducia su una materia di stretta competenza del Parlamento e dalla quale il Governo dovrebbe stare alla larga ne hanno segnato negativamente il cammino , nel merito poi le osservazioni negative sono molteplici ma non è questo il momento e il luogo nel quale dibattere .

Il focus adesso è come i socialisti si presenteranno agli elettori nelle ormai prossime elezioni politiche , sono ormai passati molti anni dall’ultima sbornia collettiva della “costituente” che ci ha illuso con tante aspettative prima e amareggiati nel risultato poi complice il “voto utile” utilizzato strumentalmente contro ; scottati da questa esperienza negli ultimi anni , complici le leggi elettorali vigenti , abbiamo sperimentato la tecnica del “vorrei ma non posso” facendo finta di cercare, fino all’ultimo , una soluzione di alleanza fra simili per poi arrivare alla scadenza dei termini utili a presentare le liste con la considerazione “ormai i tempi tecnici non lo permettono” e ricorrendo al salvagente dell’entrata di qualche dirigente nelle liste PD.

Ora queste strade le abbiamo alle spalle e non sono più percorribili , l’una per debolezza intrinseca e l’altra per scelta se vogliamo ancora esistere.

Questa che ci viene data oggi è un’occasione politica da non perdere , facciamola nostra , facciamola crescere nei territori , diventiamo trainanti nei confronti degli altri , dimostriamo che ci crediamo veramente , indietro non si torna !

Giorgio Brero

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento