martedì, 18 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Israele invita il Papa a dare il via al Giro d’Italia a Gerusalemme
Pubblicato il 27-10-2017


La storica corsa, al via dal 4 al 27 maggio, partirà da Gerusalemme per omaggiare i 70 anni dello Stato Israeliano. Il premier Benyamin Netanyahu invita il Pontefice ad essere presente nel giorno dell’inaugurazione

gerusalemme giro d'ItaliaROMA – “Papa Francesco, vieni all’inaugurazione del Giro d’Italia a Gerusalemme”. Avrà sicuramente usato parole più formali, ma è questo il messaggio che il Primo Ministro israeliano, Benyamin Netanyahu, ha rivolto a Papa Francesco, invitando ufficialmente il Pontefice all’inaugurazione della storica corsa, che nell’edizione del 2018 (la numero 101), scatterà da Gerusalemme per rendere omaggio ai 70 anni di Israele. L’invito al Papa è stato consegnato da Sylvan Adams, presidente onorario del comitato Grande Partenza Israele che si sta occupando dell’organizzazione della storica tappa nel territorio israeliano. A darne notizia è il portale dell’ebraismo italiano www.moked.it. È la prima volta che la competizione ciclistica inizierà fuori dai confini europei.

Francesco Carci

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. In una serata triste e nebbiosa, mentre Torino era più cha mai soffocata dallo smog, è stato quasi un sollievo fisico – scrive l’insegnantw Anna Segre su Pagine Ebraiche – assistere alla presentazione (la prima ufficiale in Italia) del movimento di donne israeliane e palestinesi Women Wage Peace – Nashim osot shalom (le donne fanno la pace). La manifestazione concreta di una speranza che si accende, forse per qualcuno inattesa. Foto e video che mostravano, nella luce accecante del deserto del Negev, un fiume di donne vestite di bianco e di turchese (i colori del movimento) che sfila, canta e balla in mezzo all’oro della sabbia. Donne che sorridono, si abbracciano, camminano insieme. Così, tra racconto, video e immagini, l’artista e scrittrice italo-israeliana Shazarahel ha portato la propria testimonianza sul grande evento che si è svolto in Israele dal 24 settembre al 10 ottobre, con donne che hanno percorso il paese da sud a nord, da ovest ad est, fino all’arrivo a Gerusalemme, dove il fiume umano si era ingrossato e risultava ancora più imponente (si parla di 30000 persone).

Lascia un commento