martedì, 20 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

M5S. Cancelleri ‘accredita’ il sondaggio fake
Pubblicato il 20-10-2017


cancelleri-giancarlo2Manca poco alle regionali della Sicilia e si acuisce in campo politico lo scontro tra i pretendenti alla carica di Governatore e come in ogni competizione elettorale molto viene affidato ai sondaggi, tuttavia non poteva mancare il flop che stavolta ha colpito i cinquestelle.
Giancarlo Cancelleri, candidato in Regione Sicilia per il Movimento di Beppe Grillo, ieri su Facebook ha pubblicizzato i risultati di una rilevazione che lo dà in vantaggio su Nello Musumeci, che corre per il centrodestra. “È la prima volta che ci danno in testa” scrive Cancelleri sempre così scettico sui sondaggi, riportando il link dell’istituto che lo ha realizzato e del sito che lo ha commissionato e pubblicato: “Realizzato da Keix per Marketing in politica”. L’Euforia di Cancelleri viene ripresa dal M5S che pubblica sul blog di Beppe Grillo l’avanzata del candidato pentastellato, tuttavia il sondaggio… è un fake.
A quanto pare la Keix, questa società di ricerca è un “fantasma” e sul suo sito pubblica informazioni non verificate, dunque il sondaggio citato da Grillo sarebbe un falso. Non solo la società risulta inesistente, ma con questa pubblicazione il blog di Grillo rischia anche una multa. Della “Keix per Marketing in politica” non c’è traccia sul portale sondaggipoliticoelettorali.com curato dalla Presidenza del Consiglio, in cui, secondo una norma del 2000, “debbono essere obbligatoriamente resi disponibili tutti i sondaggi che abbiamo valenza politica ed elettorale”. L’Agcom inoltre fissa dei paletti: chi pubblica la ricerca deve corredarla di una nota informativa (su metodo, campione, area territoriale, tipologia di intervista ecc..) e basta un esposto all’Agcom per far aprire un’istruttoria.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento