lunedì, 23 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Manovra, arrivano sconti per i pendolari e P.A.
Pubblicato il 24-10-2017


gentiloni padoanQualche novità sta emergendo da una bozza sulla manovra 2018. Nel testo visionato ci sarebbero le detrazioni fiscali per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale ed interregionale. La detraibilità dall’imposta lorda al 19% sarebbe consentita per un importo di spesa non superiore a 250 euro all’anno.
Arriverebbero anche le agevolazioni fiscali per buoni Tpl. Le somme rimborsate dal datore di lavoro o direttamente sostenute da quest’ultimo per l’acquisto di biglietti per bus e treni non concorrano a formare reddito di lavoro dipendente, così come avviene per i buoni pasto.
Anche per il prossimo anno ci sarà il ‘bonus mobili’. Sarebbe questo l’orientamento dell’esecutivo, secondo quanto contenuto nella bozza della nuova Legge di Bilancio. Proroga dal 2017 al 2018 per una misura che, fino a qualche giorno fa, sembrava dovesse venire esclusa dal pacchetto della manovra dedicato alla casa.
Le altre novità contenute nel provvedimento riguardano i fondi per il contratto della P.A.; lo sconto del 19% per le polizza contro calamità naturali; la sospensione dei tributi per il sisma di Ischia; i test anti-smog sui mezzi pubblici; il bonus vivai per calciatori under 21.
Per il rinnovo del contratto nel pubblico impiego arriverebbero altre risorse. La cifra, che riguarda la P.A. centrale, si sommerebbe agli stanziamenti precedenti. Per il triennio 2016-2018 gli oneri a carico del bilancio statale sono rideterminati in 300 milioni per il 2016, in 900 milioni per il 2017 ed in 2,9 miliardi a decorrere dal 2018. Lo stanziamento sarebbe necessario a garantire gli aumenti di 85 euro medi mensili.
Verrebbe introdotta una nuova detrazione fiscale sulle assicurazioni contro le calamità naturale. Si amplierebbe lo sconto del 19% (rpt 19%) già previsto per le polizze vita a quelle stipulate, a partire dal 2018, contro ogni tipo di evento calamitoso a protezione della casa.
Si conferma la sospensione del pagamento degli adempimenti fiscali per i residenti e per le imprese dei comuni dell’isola di Ischia colpiti dal sisma del 21 agosto scorso. Inoltre. nella bozza sulla manovra verrebbero stanziati 50 milioni per la ricostruzione nominando commissario straordinario il presidente della Campania, Vincenzo De Luca. Lo stop al pagamento di versamenti, tributi e cartelle riguarderebbe soltanto i comuni di Casamicciola Terme e Lacco Ameno, che sono autorizzati ad assumere dieci persone a tempo determinato in deroga ai vincoli previsti dalla normativa vigente. Prevista anche la sospensione del pagamento delle bollette di luce, acqua e gas per un massimo di sei mesi.
A partire dal 2019, verrebbero destinati 100 milioni l’anno per progetti sperimentali e innovativi di mobilità sostenibile proposti da comuni e città metropolitane, a valere sul fondo appositamente creato con la finanziaria per il 2016.  La norma sarebbe finalizzata all’attuazione degli indirizzi contenuti nel Piano strategico nazionale della mobilità sostenibile, e consentirebbe di accelerare, in maniera significativa, il processo di rinnovo del parco rotabile con l’introduzione di mezzi su gomma ad alimentazione alternativa e relative infrastrutture di supporto, con effetti in termini di miglioramento della qualità dell’aria e del servizio offerto ai cittadini.
Per agevolare le attività calcistiche, novità assoluta sarebbe l’introduzione di un incentivo di 5.000 euro ed uno sconto su metà della retribuzione. Secondo una bozza della Legge di Bilancio ancora in via di definizione, arriverebbe una norma per favorire lo sport giovanile e favorire l’addestramento e la preparazione di calciatori Under-21 per le società appartenenti alla Lega Calcio Professionistico, in pratica per alimentare i vivai di serie A, B e C. La norma, che è inserita in un ampio pacchetto di promozione dello sport, prevede anche un incentivo, pari al 30% del contributi previdenziali, per ogni preparatore atletico.

Forse, sarebbe stato utile introdurre anche qualche incentivo in più per la ricerca.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento