giovedì, 18 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Adalberto Andreani:
Le basi dell’Europa
Pubblicato il 23-10-2017


Caro Direttore,

Gli Stati Uniti d’Europa sono stati sognati e concepiti da grandi personalità socialiste democratiche ed avanzate, e-o da intellettuali come ALtiero spinelli vicine ai movimenti socialdemocratici Europei. Negli anni 80 Berlinguer, Carrillo, e Marchais rispettivamente per l’ Italia, la Spagna e la Francia cercarono di dar vita all’eurocomunismo, che tuttavia non ebbe grande fortuna. Negli anni 90 e sul finire di quel decennio morì Tito e la Jugoslavia, che si era mantenuta autonoma da Mosca, si è dissolta nella sanguinosa guerra civile che bene ricordiamo. Di lì quasi tutti gli ex paesi comunisti sono passati ad una fase prettamente populistica- nazionalistica. Molti di loro addirittura dal comunismo e dal centralismo democratico, quindi poco adusi alla democrazia come la intendiamo noi, a forme di neo-fascismo molto pericolose. È stato dunque un grave errore storico, far entrare in Europa tali paesi ex comunisti, probabilmente immaturi democraticamente. Bisognava saper attendere. Italia, Francia, Spagna, Germania, Portogallo debbono riflettere all’uopo, e se serve per ora, raffreddare facili entusiasmi e tornare al nucleo fondante ed originario dell’Europa. Altrimenti i rischi sono molti e tangibili.

Adalberto Andreani

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento