domenica, 22 luglio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive  Andrea Malavolti:
 Il nuovo corso dell’Unesco
Pubblicato il 16-10-2017


Venerdì è stata nominato a Parigi il nuovo direttore generale dell’Unesco: la francese Audrey Azoulay, ex ministro della Cultura del governo Hollande ed ebrea di origine marocchina, è la guida dell’organizzazione dell’Onu che si occupa della tutela della cultura e dell’educazione nel mondo. La Azoulay – si legge su Pagine Ebraiche – deve far fronte all’annuncio da parte di Washington, e in seguito di Gerusalemme, di voler lasciare l’Unesco a seguito delle tante risoluzioni in chiave anti-israeliana approvate dall’organizzazione. “La sua prima missione – scrive Pietro Del Re su Repubblica – consisterà nell’evitare ogni pretesto che possa prestarsi alla politicizzazione dell’agenzia Onu. Inoltre, come ha dichiarato la direttrice uscente, la bulgara Irina Bokova, dovrà ‘riunire le forze in campo e trovare nuovi fondi’”. Per farlo, servirà convincere Trump e Netanyahu che l’Unesco ha cambiato corso.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento