mercoledì, 25 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Masolini:
Solidarietà a Sebastiano Riso
Pubblicato il 05-10-2017


Dispiace davvero tanto dover nuovamente prendere atto di un ennesimo feroce attacco omofobico. Ciò che è accaduto pochi giorni fa a Roma al giovane ed impegnato regista siciliano Sebastiano Riso, suscita non solo forte disgusto ma anche molto sdegno. Per fortuna il giovane che, oltre a vari insulti, ha subito anche diverse percosse non si è lasciato troppo intimorire, anzi. A quanto si è appreso la causa scatenante il rancoroso gesto è dovuto alla sua ultima pellicola, “Una famiglia”, uscita lo scorso 28 settembre e, al momento di scrivere, ancora in molti cinema. Il coraggioso film – che ha trovato un ottimo distributore – parla delle coppie di fatto (anche omosessuali), del complesso tema del cosiddetto utero in affitto e dell’altrettanto non facile argomento delle adozioni. Non mi permetto di addentrarmi in una critica che lascio agli addetti, mi auspico però che questo film dai contenuti molto interessanti e ultimamente così tanto dibattuti vadano a vederlo in parecchi. Al di là di questo auspicio di buon successo per il film, ma anche per la sua futura carriera da cineasta, mi sento di rivolgere a Sebastiano Riso – in questo suo brutto momento – non solo la mia simpatia, ma anche e soprattutto la mia più forte e sincera solidarietà. Sicuro del fatto che giovani così motivati potranno fare sempre tantissimo per eliminare quegli stupidi preconcetti che, purtroppo, continuano a ferire ancora fin troppi cittadini

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento