mercoledì, 25 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Svelare l’inganno politico del referendum
Pubblicato il 02-10-2017


Referendum-autonomia-veneto-lombardia

“Quella che si sta consumando è una vera e propria truffa politica”. Le parole del Sindaco socialista di Montegrotto, Riccardo Mortandello, rendono perfettamente l’idea del compito che il PSI del Veneto si è assunto: svelare l’inganno politico perpetrato attraverso il referendum leghista, ai danni dei cittadini veneti.

Stamani a Montegrotto, il Segretario nazionale del PSI Nencini ha preso parte alla conferenza stampa organizzata dal “Comitato Socialista per l’astensione al referendum sull’autonomia del Veneto”.

Alla conferenza hanno partecipato, assieme al Vice Ministro, il Segretario regionale del PSI, il Segretario provinciale Paolo Trovato, il Sindaco di Montegrotto Terme Riccardo Mortandello e Francesca dell’Aglio, assessore socialista del Comune di Rubano.

Il PSI del Veneto ribadisce come il referendum leghista sull’autonomia sia inutile e dispendioso. Infatti, qualsiasi dovesse essere l’esito non ridurrà le tasse, non porterà una fiscalità più vantaggiosa. Questo perché di fatto chiede ai cittadini della regione di confermare quanto stabilito dalla nostra Costituzione. Il giorno dopo il referendum nulla cambierà.

“Ma cambiare è possibile – ha sostenuto il Segretario Nencini – e l’Emilia Romagna lo sta facendo avendo già da tempo iniziato un percorso di consultazione degli Enti Locali, di preparazione e proposizione allo Stato di proposte che ora sono in discussione. Nulla di tutto ciò ha fatto la Lega nonostante sia da anni al governo della Regione e per anni abbia governato a Roma”.

Quale utilità può avere un referendum consultivo inutile e costoso?

Per il PSI del Veneto si tratta di una campagna elettorale per le prossime elezioni politiche che la Lega ha deciso di far partire in anticipo.

Il PSI proseguirà fino al referendum con le sue iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza a cominciare dall’8 ottobre quando nei capoluoghi delle province venete, in contemporanea ed alla presenza dei Deputati socialisti, si svolgeranno assemblee informative sulle ragioni dell’astensione.

Luca Fantò
Segr. reg. PSI del Veneto

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento