martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Centro sinistra. Nencini: appello per lavoro comune
Pubblicato il 23-11-2017


ius soli

“Ci stiamo avvicinando alla meta e non giudico affatto chiusa la porta dei radicali. Alla sinistra massimalista che il 2 dicembre fonderà un nuovo partito, la sinistra riformista deve rispondere mettendo in campo la sua coalizione, un patto con gli italiani, un programma di governo. Da mesi i socialisti lavorano in questa direzione”. E’ quanto ha affermato il Segretario del Psi, Riccardo Nencini, intervenendo nel dibattito sulle coalizioni che si presenteranno alla prossima sfida elettorale. “Non c’è più tempo. Rivolgo un appello a ambientalisti, Campo Progressista, liste civiche democratiche perché il lavoro comune prosegua fin dallo scorcio di questa legislatura con l’approvazione delle leggi su fine vita e jus soli” – ha aggiunto. “Martedì prossimo riunirò a Roma sindaci, amministratori socialisti di tutta Italia e segreteria nazionale per stabilire il percorso che ci porterà alle prossime elezioni” ha concluso il segretario del Psi.

Di jus soli e di fine vita ha discusso anche Campo Progressita che ha oggi incontrato Piero Fassino e Maurizio Martina del Pd.  “Un in incontro – ha detto Ciccio Ferrara di Campo Prgressista – che è servito per mettere nero su bianco fatti politici e punti programmatici che Campo Progressista ritiene imprescindibili per proseguire il dialogo avviato con il Partito Democratico”. E per per poter proseguire il confronto da Campo Progressista chiedono “fatti politici concreti” come l’immediata calendarizzazione di Ius Soli e biotestamento.

Alla fine dell’incontro i due partiti hanno redatto un comunicato congiunto i cui si fa riferimento ai temi programmatici discussi e “su cui costruire una nuova alleanza di centrosinistra che deve avere al centro del suo programma i temi dello sviluppo sostenibile, del lavoro, della protezione sociale e dei diritti. Un forte incremento agli investimenti pubblici può e deve essere un impulso alla crescita in corso”.

Quanto all’approvazione entro la legislatura della legge su Ius soli e culturae nel comunicato si legge che “va accompagnata da forti investimenti nelle politiche di integrazione, a partire dal rafforzamento del sistema SPRAR di accoglienza diffusa nei Comuni e dei servizi sociali ad esso collegati. Così come deve essere dato robusto impulso all’esperienza dei ‘corridoi umanitari’ che consentano arrivi legali e sicuri nel nostro paese”. Sul terreno politico, sostiene la nota congiunta, “è necessario che la convergenza intorno ad un nuovo inizio del centrosinistra, se si vuole che ci sia con efficacia e capacità di raccogliere consensi, venga valorizzato riconoscendo pienamente pari dignità e pari ruoli a tutti i soggetti partecipanti all’intesa. Gli argomenti programmatici discussi – a partire dal forte rilancio di un’azione per un’Europa politica e sociale – saranno oggetto di approfondimenti puntuali nei prossimi giorni”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento