mercoledì, 12 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

I ricchi del mondo non conoscono la crisi
Pubblicato il 28-12-2017


paperonI ricchi del mondo non conoscono la crisi. Nel 2017, la loro ricchezza è aumentata di oltre un quinto. Lo ha comunicato il Bloomberg Billionaire Index, pubblicando per il 2017 la classifica dei primi cinquecento paperoni al mondo che sono diventati ancora più ricchi, di ben mille miliardi di dollari ossia quattro volte di più rispetto all’aumento del loro patrimonio registrato alla fine del 2016. Secondo quanto ha calcolato l’indice pubblicato da Bloomberg, ci sono stati 67 nuovi miliardari nell’anno corrente che sta per chiudersi.

Nell’indice, le 500 persone più ricche hanno visto balzare il loro patrimonio del 23% nel corso degli ultimi 12 mesi grazie anche a un rialzo di quasi il 20% di due indici benchmark: lo S&P 500 ed il MSCI World Index. Al 26 dicembre quei 500 individui controllavano 5.300 miliardi di dollari di patrimonio contro i 4.400 miliardi del 2016.

Jeff Bezos, il fondatore e Ceo di Amazon, ha ottenuto l’incremento maggiore della sua ricchezza, cosa che in autunno gli permise di superare il cofondatore di Microsoft Bill Gates diventando l’uomo più ricco al mondo. Grazie a un +34,2 miliardi di dollari, il suo patrimonio è stimato di poco inferiore ai 100 miliardi.

Il merito va anche alla performance del titolo Amazon in borsa, di cui Bezos possiede un’ampia quota: da inizio anno le azioni del colosso del commercio elettronico hanno guadagnato il 50% circa superando i mille dollari l’una.

Secondo Bloomberg, con un patrimonio di circa 85 miliardi, il terzo uomo più ricco al mondo è Warren Buffett, il finanziere a capo della conglomerata Berkshire Hathaway, le cui azioni di Classe A hanno recentemente conquistato il valore di 300.000 dollari l’una per la prima volta. Nella top fine ci sono lo spagnolo Amancio Ortega (quarto) e Mark Zuckerberg (quinto), rispettivamente a capo di Inditex (Zara) e di Facebook.

A livello geografico, sono i miliardari della Cina ad avere guadagnato di più nel 2017. Tra i maggiori perdenti, secondo Bloomberg, c’è invece il miliardario francese delle telecomunicazioni Patrick Drahi, il cui patrimonio è sceso del 39% a 4,1 miliardi di dollari.

Il numero uno di Amazon, Jeff Bezos che guadagnando più di tutti, con i suoi 99,6 miliardi di dollari, ha spodestato l’altro storico ‘Paperone’, Bill Gates, fermo, si fa per dire, a 91,3 miliardi.

Nella classifica mondiale si vedono nomi italiani solo dal 33esimo posto, occupato da Giovanni Ferrero con 24,2 miliardi, seguito da Leonardo Del Vecchio di Luxottica alla 37esima con 22,5 miliardi. Silvio Berlusconi è 177esimo con 8,5 miliardi e, poco più giù, scopriamo Giorgio Armani che occupa la 191esima posizione.

Il divario sociale nel mondo si fa tragicamente sempre maggiore con oltre tre milioni di bambini che ogni anno muoiono per malnutrizione e fame.

Salvatore Rondello

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento