sabato, 18 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il Cile svolta a destra.
Pinera vince le elezioni
Pubblicato il 18-12-2017


pinera 2

Anche il Cile svolta a destra, segnando l’ennesima sconfitta dei governi di centrosinistra in America Latina. Il conservatore Sebastian Pinera, che ha guidato il Paese tra il 2010 e il 2014 ha infatti ottenuto il 54,6% dei voti contro il 45,4% del candidato della sinistra Alejandro Guillier, con un margine maggiore di quello che avevano previsto i sondaggi. Il miliardario Sebastian Pinera ha promesso di unire il Paese dopo la netta vittoria al secondo turno delle presidenziali che lo ha portato, per la seconda volta, alla guida del Cile.

Solo dieci anni fa, Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Cuba, Ecuador, Honduras, Nicaragua, Uruguay e Venezuela erano tutti governati dal centrosinistra. Poi le svolte elettorali in Argentina, Brasile e Paraguay, con la ‘rivoluzione bolivariana’ in Venezuela duramente sotto pressione e bollata dalla comunità internazionale sul baratro di una dittatura. Pinera, un ricco uomo d’affari, aveva vinto il primo turno con un risultato al di sotto delle aspettative ma con largo margine rispetto agli avversari, ben 8.

Gli osservatori ritenevano che il ballottaggio non sarebbe stato una passeggiata, anzi un serrato testa e testa, parlando addirittura di “esito tra i più incerti del secolo”. Nel corso della campagna elettorale Pinera ha promesso che avrebbe messo mano alle riforme del presidente uscente, la socialista Michelle Bachelet, finita nel 2015 in uno scandalo che ha coinvolto la nuora. Guillier, senatore ed ex giornalista, aveva il sostegno di sei partiti, e lo scorso aprile aveva vinto le primarie socialiste battendo l’ex presidente Ricardo Lagos. Al primo turno aveva ottenuto il 22,7% e aveva la strada un po’ più in salita, perché contro di lui giocavano i dati dell’economia in ristagno negli ultimi quattro anni di presidenza Bachelet.

“Vogliamo sanare le profonde ferite e per questo abbiamo bisogno di unità – ha detto Pinera 68enne miliardario promettendo di lavorare insieme alla sinistra – voglio dirlo in modo chiaro, le cose non si risolvono da un giorno all’altro”. Infine Pinera, che incontrerà la presidente uscente Michelle Bachelet che completerà il suo mandato il prossimo marzo, ha ringraziato i cileni “per avermi dato l’opportunità di guidare il Cile verso tempi migliori”.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento