mercoledì, 13 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

“Il Nemico”, al via l’8, il 9 e il 10 dicembre la scuola di formazione degli FGS
Pubblicato il 06-12-2017


fgs2Tutto pronto per prossima scuola di formazione nazionale dei giovani socialisti, che si terrà l’8-9-10 Dicembre a Santa Sofia (FC); una tre giorni nel quale i quadri della Federazione, giovani ragazze e ragazzi provenienti da tutta italia, si confronteranno con i vari ospiti.

Il tema, quello provocatorio de “il nemico”, è stato scelto per un motivo precisamente illustrato dal segretario Sajeva: “Abbiamo avuto una prima scuola di formazione dedicata alla politica internazionale, una seconda all’amministrazione locale, una terza alla leadership. È venuto il momento di far confrontare i ragazzi con sensibilità e storie diverse e opposte. Siamo in cerca tanto di contrasti quanto di parallelismi se non addirittura convergenze impensabili. Dobbiamo metterci alla prova, confrontandoci con le ragioni altrui, perché diamo troppo per scontati i nostri valori e le nostre conquiste e questo esercizio di disorientamento serve proprio per rafforzarli; coltivando quella costante e frenetica revisione turatiana che non deve lasciare scampo ai nostri difetti spesse volte protetti da troppa vanagloria, Il socialismo per sopravvivere deve mettersi in discussione. Non è vera eresia se inizialmente non sembra una bestemmia”.

L’evento inizierà venerdì 8, alle 17.00, con il dibattito “populisti e grillini”: con Tommaso Nencioni, giornalista e fondatore dell’associazione Senso Comune; e con Vittorio Valletta, attivista politico cesenate, cofondatore del movimento civico “Cesena Siamo Noi” ed ex M5S.

Sabato 9 è la volta dei “transumanisti e algoritmici” alle 9.30: con il contributo video di Roby Guerra scrittore e videopoeta; e di Giulio Prisco, presidente dell’Associazione Italiana Transumanisti. Alle 10.30 invece i giovani socialisti si confronteranno con si confronteranno su “L’uomo prigioniero delle proprie paure”, e precisamente con Lorenzo Corelli, già dirigente nazionale del PSI, ma stavolta in veste di “Pensatore Laico”, che approfondirà il tema che affascina l’umanità nella perenne ricerca del proprio destino.

Dopo pranzo, alle 14.40, sarà la volta di Luigi Iorio, membro della Segreteria Nazionale del PSI, quale rappresentante de “i nemici di sempre: noi stessi”; equivoci ed errori del socialismo italiano nella storia, specialmente in quella recente. Alle 16.00 l’incontro con Francesco Zanotti, direttore del Corriere Cesenate, settimanale diocesano, con il quale i giovani socialisti parleranno di quello che è successo e sta succedendo all’interno della Chiesa. E infine alle 17.30, sarà la volta di “fascisti e comunisti”, in Italia generati da “scissioni” dal PSI; i ricercatori storici Stefano Pierucci e Palmiro Capacci ragioneranno sui motivi della nascita di queste due ideologie politiche, approfondendone la storia e gli aspetti ideologici.

Domenica infine, alle 10.30 i giovani socialisti si confronteranno con Alessandro Rico: dottorando in Political Theory alla LUISS e giornalista per “La Verità”, perlerà sul “liberismo”; spiegandone la natura, ma anche le contraddizioni.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento