mercoledì, 20 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Manovra. Emendamenti dal Bonus bebè alle pensioni
Pubblicato il 19-12-2017


In corso di approvazione della manovra, stanno andando avanti diversi emendamenti.

manovraPagamento pensioni – Dal 2018 il pagamento delle pensioni avverrà il primo giorno del mese o, nel caso sia festivo o non bancabile, il primo giorno successivo. È quanto prevede un emendamento alla manovra approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. La norma evita l’entrata in vigore della riforma del 2015, più volte rinviata, che fissava il giorno di pagamento degli assegni il secondo giorno bancabile del mese.

Web tax – Si cambia. La commissione Bilancio della Camera ha approvato nella notte l’emendamento al  ddl bilancio  presentato dal relatore, Francesco Boccia. Le modifiche introdotte dovrebbero consentire di far incassare all’erario un gettito maggiore rispetto alla prima versione (190 milioni di euro), con un’aliquota inferiore (scesa al 3% dal 6%). Il tributo, che scatterà nel 2019, non si applicherà sull’e-commerce  e non sarà possibile recuperare il credito d’imposta, per le imprese che rischiano di subire una doppia imposizione.
Poste – La commissione ha approvato anche  l’emendamento che obbliga Poste Italiane a garantire il servizio universale per i pacchi fino a 5 chili (il tetto attuale è di 2 chili).
Proroga Cigs Ilva – La Commissione Bilancio ha approvato l’emendamento presentato dal Governo in sede di Legge di Bilancio finalizzato allo stanziamento per la proroga dell’integrazione del trattamento di Cigs per i dipendenti Ilva. La viceministro Teresa Bellanova ha così commentato: “Una notizia che accolgo con grande soddisfazione a coronamento del lavoro svolto perché con la  proroga dell’integrazione del trattamento di Cigs per il 2018, pari a una dotazione di 24 milioni di euro, mettiamo ancora una volta in sicurezza il reddito dei lavoratori Ilva. Un buon viatico per la ripresa del tavolo di trattativa”.
Canone Rai – Si va alla conferma anche per il 2018 del canone Rai a 90 euro.
Iper ammortamenti – È stato ampliato l’elenco dei beni strumentali cui si applica l’iper ammortamento, legato al piano Industria 4.0. Con un emendamento alla manovra, approvato dalla  commissione Bilancio della Camera, vengono inclusi anche alcuni sistemi di gestione per l’e-commerce, specifici software e servizi digitali. Potranno beneficiare della maggiorazione  anche: i sistemi di gestione della supply chain finalizzata al  dropshipping nell’e-commerce; software e servizi digitali per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa, ricostruzioni 3D, realtà aumentata; software, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio  (comunicazione intra-fabbrica, fabbrica-campo con integrazione  telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field).
Pedagogisti – Introduzione della legge sugli educatori socio-pedagogici e i pedagogisti.
Anas – Arrivano 10 milioni di contributo straordinario all’Anas per il 2019 ed il 2020 da destinare al rapido completamento delle opere del progetto “Viabilità di accesso all’hub portuale di La Spezia – variante alla SS1 Aurelia; le misure per la realizzazione del progetto esecutivo di rafforzamento della Provinciale 103 ‘Antica Cassano’.
Fenomeno della siccità – norme relative al trattamento dei dati personali digitali nonché norme relative all’adozione di un piano nazionale di interventi nel settore idrico sia sugli invasi che sugli acquedotti per contrastare il fenomeno della siccità.
Equo compenso – Salta la trattativa come elemento che di per sé esclude la vessatori età, tenuto conto della disparità di forze contrattuali tra le parti. E’ stato approvato l’emendamento presentato da Nunzia Di Girolamo (Fi) sulla nuova disciplina dell’equo compenso. I correttivi sono in linea con le richieste delle associazioni di categoria.
Laguna veneta – Con emendamenti bipartisan (Pd e Fi) arrivano 25 milioni nel 2018 e 40 milioni l’anno dal 2019 al 2024 per la salvaguardia della laguna di Venezia.
Tracciabilità dei farmaci – anticipo dell’entrata in vigore delle norme europee sulla tracciabilità dei farmaci.
Bonus bebè – È stato approvato l’emendamento di Ap riformulato che limita l’estensione del  bonus bebè  (assegno di natalità) al solo 2018. L’agevolazione verrà corrisposta fino al compimento del primo anno d’età o, nel caso di adozioni, del primo anno d’ingresso nel nucleo familiare.
Figli a carico – È stata approvata in commissione anche la riformulazione dell’emendamento che innalza da 2.840 euro a 4 mila euro la soglia di reddito annuo dei figli sotto alla quale questi restano a carico dei genitori (fino a 24 anni d’età). La misura costerà 92,8 milioni di euro nel 2018 e oltre 132 milioni nel 2019.
Fondo per abbattere gli abusi edilizi e incentivi per lampioni Led  –
Via libera anche all’istituzione di un nuovo fondo per sostenere i Comuni negli interventi per la demolizione degli abusi edilizi, con uno stanziamento di 5 milioni di euro per il 2018 e il 2019;  altri 500mila euro saranno destinati alla creazione di una banca dati. Un altro emendamento varato prevede incentivi ai Comuni per installare lampioni a risparmio energetico con l’obiettivo di ottenere entro il 2023 una riduzione dei consumi elettrici per illuminazione pubblica pari almeno al 50% rispetto ai consumi medi del 2015-2016.
Legittimo impedimento per avvocatesse in maternità-  Con un altro emendamento riformulato dalla Giustizia arrivano più tutele per le avvocatesse: gravidanza e maternità potranno essere considerate come un legittimo impedimento a comparire nei procedimenti. La novità è contenuta in correttivo bipartisan e sostenuto principalmente da (Nunzia Di Girolamo Fi) e (Anna Rossomando, Pd), prevede che il difensore che abbia comunicato prontamente lo stato di gravidanza si ritiene legittimamente impedito a comparire nei due mesi precedenti la data presunta del parto e nei tre mesi successivi. Quando il difensore documenta il proprio stato di gravidanza, prevede la modifica, il giudice ai fini della fissazione del calendario del processo tiene conto del periodo della gravidanza e della maternità. Le stesse regole valgono anche per le adozioni.
Cotton-fioc in plastica messo al bando – È stato approvato con riformulazione in commissione Bilancio alla Camera l’emendamento alla legge di Bilancio che sancisce dal 2019 lo stop ai cotton-fioc non biodegradabili e introduce dal 2020 il divieto di utilizzare micro plastiche nei cosmetici. In una nota il presidente dem della commissione Ambiente, Ermete Realacci, ha affermato: “l’Italia è il primo Paese al mondo a farlo: una vittoria a tutela di ambiente e cittadini”.
Ecobonus – cambia l’ecobonus per il rinnovo delle caldaie. L’incentivo previsto indistintamente al 50% per tutti i tipi di impianti, verrà corrisposto sempre al 50% per le caldaie a condensazione energetica di classe A e non verrà corrisposta a quelle sotto la prima classe. Allo stesso tempo, se con la caldaia a massima efficienza saranno montati anche i sistemi di termoregolazione evolute (valvole dei termosifoni), il bonus arriverà al 65%.
Tra luci ed ombre, sono soltanto alcuni tra i più significativi emendamenti sulla manovra.
Invece non andrebbe affatto sottovalutato l’emendamento che consente di alienare i beni demaniali a Stati esteri: significherebbe ridurre la sovranità territoriale dell’Italia.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento