mercoledì, 17 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Manovra. Misure importati sostenute da “Insieme”
Pubblicato il 27-12-2017


senato“Nella legge di bilancio appena approvata ci sono misure importanti volute e sostenute da ‘Insieme’”. È quanto hanno affermato in una nota il segretario del Psi, Riccardo Nencini, il coordinatore nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli, e il prodiano Giulio Santagata, in riferimento alla manovra approvata al Senato in via definitiva. I promotori della lista “Insieme”, alleata del centrosinistra, proseguono: “La norma antiabusivismo edilizio porterà alla demolizione degli immobili a rischio sicurezza e in sfregio al paesaggio. L’impresa italiana – hanno aggiunto – potrà godere di nuovi fondi per ammortizzare gli investimenti. I bonus Casa consentiranno interventi per ristrutturazioni, messa a norma antisismica, bonus mobili. La stabilizzazione dei ricercatori – proseguono nella nota congiunta- consentirà al mondo della scienza di utilizzare al meglio i tanti ‘cervelli’ sfornati dalle nostre università. Queste misure costituiscono un buon punto di partenza, la base del nostro Progetto per l’Italia”- hanno concluso.

insieme_definitivoLa manovra 2018 è stata approvata con 140 voti favorevoli e 94 contrari. Un provvedimento “con risorse limitate, una spinta alla crescita” ha sottolineto il premier Gentiloni che ricorda poi come la scorsa notte sia stato siglato anche il rinnovo del contratto degli statali. Una voce importante quest’ultima in quel ‘sentiero stretto’ dei conti più volte evocato dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e che va a comporre l’ossatura della manovra insieme alle misure per la lotta alla povertà, alle iniziative per il lavoro dei giovani, per l’industria 4.0 e per le pensioni anticipate.

“Una legge di bilancio per l’equità, il lavoro e la crescita. Dopo gli anni duri della crisi, il nostro impegno per una nuova stagione”, ha commentato il ministro dell’Agricoltura e vicesegretario del Pd Maurizio Martina . Una “bella legge di bilancio per le politiche di coesione e per il Mezzogiorno” ha affermato il ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti. Grande soddisfazione dal ministro Calenda per il pacchetto 4.0. Mancate misure strutturali, sostengono invece le opposizioni; “dal Governo marchette elettorali” ha chiosato da Forza Italia Sestino Giacomoni vicepresidente della Commissione Finanze della Camera, mentre il Movimento 5 stelle ha lanciato l’allarme clausole Iva per il prossimo governo e critica i mancati provvedimenti per i familiari dei membri delle forze dell’ordine caduti nell’espletamento del proprio dovere.

Nei passaggi parlamentari la legge, complessiva di tutte le voci di spesa, è lievitata da un cifra lorda 26,6 miliardi ad oltre 27 miliardi, mentre quella netta è salita dai 20,4 miliardi iniziali a più di 21 miliardi di euro. Di questi 5,5 sono quelli destinati alla crescita mentre quasi 15 sono quelli destinati alla sterilizzazione delle clausole dell’Iva. Ben 1.200 i commi complessivi. Tra le modifiche a Montecitorio, anche grazie ad un maggiore gettito previsto dalle web tax e dalle riforma delle agenzie fiscali e della fatturazione elettronica, la voce del bonus bebè, quella delle detrazioni per i figli a carico, gli ecobonus e i sismabonus. A chiamare cassa anche gli enti locali, il personale della scuola, universita’ e ricerca. Una legge entrata ‘snella’, diventata ‘sovrappeso’ ed alla fine uscita ‘obesa’ dalla Camera ha detto il presidente della Commissione bilancio del Senato, Tonini, in avvio della seduta in aula sottolineando “il problema dell’emendabilità delle leggi di spesa” ed invocando un’inversione di tendenza per far sì che il dividendo della crescita possa andare a ridurre il debito.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento