martedì, 18 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Paolo Lorenzini:
Il nostro simbolo alle elezioni
Pubblicato il 13-12-2017


Tramite il glorioso Avanti! chiedo una cortesia alla Direzione del Partito Socialista: permettete ai Socialisti di votare P.S.I.. Per un Socialista o chi si ritiene tale il solo voto possibile ed utile è quello dato al Partito Socialista Italiano (non ad altri). Infatti ritengo auspicabile e necessario che il P.S.I si presenti alle prossime elezioni politiche con il proprio simbolo; con un programma che riprenda i temi e le relative soluzioni proprie
della tradizione socialista, che collochi ai primi posti i bisogni dei lavoratori a cominciare dal lavoro, dal rispetto delle pensioni, dalla giustizia e da una maggiore equità sociale (non altro); con candidati socialisti di provata capacità ed operosità a favore del Partito (non altri).

Desidero ricordare la conclusione di un convegno su “Quale Riformismo” o “Quale
Socialismo” di diversi anni fa che recitava: “…il Partito Socialista non deve inventare niente, deve solo rimanere fedele a se stesso”.

E’ evidente che se l’argomento principale è lo “ius soli” o temi simili diventa difficile sperare
che i lavoratori comprendano ed approvino. Per loro i problemi di tutti i giorni sono ben altri.
Vorrei concludere citando due frasi di Pietro Nenni:
“Chi cammina inciampa anche, qualche volta. Ma l’essenziale è riprendere il cammino.” “La politica delle cose: fai quel che devi, succeda quel che può.”
Fraterni saluti

Paolo Lorenzini

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento